State attenti a Heikki Kovalainen!

Dici Heikki Kovalainen ed a cosa pensi? E’ un finlandese atipico: aperto, gioviale e simpatico

da , il

    Heikki Kovalainen Renault F1

    Dici Heikki Kovalainen ed a cosa pensi?

    E’ un finlandese atipico: aperto, gioviale e simpatico.

    E’ un debuttante atipico: ha fatto più di un anno di apprendistato nel team campione del mondo e arriverà alla prima gara con un gran bagaglio di conoscenze.

    Ed è anche un talentuoso atipico: i riflettori sono soprattutto puntati su gente come Hamilton o Kubica. Di lui sembra non se ne interessino in molti.

    Heikki Kovalainen, però, ha tutte la carte in regola per diventare la vera rivelazione della stagione. Renault permettendo, ha tutto al posto giusto per partire col botto!

    E’ l’unico tra i giovani del Circus, infatti, che ha dalla sua due punti di forza. Una macchina di prima linea, cosa che non appartiene a Rosberg e Kubica, ad esempio. E migliaia di chilometri alle spalle, cosa che manca decisamente a Lewis Hamilton.

    Nonostante sulla carta non gli manchi nulla, l’unico che sembra non volerci credere è proprio il diretto interessato. Forse per scaramanzia, quando gli viene chiesto un obiettivo stagionale, abbassa il tiro:“Al momento e’ difficile dire cosa accadra’ da qui a fine stagione. Il mio obiettivo attuale è solo cercare di concludere la mia prima gara e ottenere punti. Da qualche parte bisogna iniziare. Se le aspettative sono troppo elevate e tutto va storto, e’ davvero deludente. Sono sicuro che potremo ottenere buoni risultati ma non punto al mondiale. Almeno per quest’anno.?

    Se lui è bravo a fare il pompiere, lo sono un po’ meno quelli della sua squadra. Già Flavio Briatore ha detto senza mezzi termini che Kovalainen è già in grado di lottare per il titolo.

    Con buona pace di Fisichella che, peraltro, si è unito agli elogi:“Heikki è un debuttante, ma non e’ impreparato. Ha molta esperienza sulle monoposto ed ha fornito un contributo molto valido per lo svezzamento della R27, sin dal primo test. Anzi, ha guidato la nuova vettura piu’ a lungo di me. Non lo sottovaluto, e’ molto concentrato, preparato, veloce”.

    Non ingannino, perciò, le recenti dichiarazioni del romano che assicura:“La Renault in passato ha puntato su Alonso ed anche quest’anno punterà su un solo pilota!” Lasciando intendere che sarà lui il caposquadra.

    Le gerarchie saranno delineate solo dopo alcune gare. Per cui la scelta tra lui e Kovalainen è da ritenesi, al momento, apertissima!