Statistiche Formula 1 dopo il Gran Premio di Francia 2008

statistiche e record della formula 1 dopo il grna premio di francia 2008

da , il

    Statistiche Formula 1 dopo il Gran Premio di Francia 2008

    Numeri e record della Formula 1 dopo il Gran Premio di Francia. Quelli che si sono rotti alla grande del telecronista RAI, Gianfranco Mazzoni, il quale ripete banali statistiche a fiumi solo perché non è in grado di leggere la gara e quindi non sa cos’altro dire se non quello che si è preparato da casa, qua potrebbero trovare qualcosa di interessante.

    Iniziamo col far notare che negli ultimi quattro GP si sono avvicendati in vetta alla classifica del mondiale 4 piloti diversi. Raikkonen, Hamilton, Kubica e ora Massa. Come sappiamo, il brasiliano è la prima volta in carriera che guarda tutti dall’alto. L’augurio che gli facciamo è che la sua permanenza in vetta duri più di quella del precedessore Kubica che ha mollato la leadership dopo un solo GP.

    La Ferrari festeggia con Kimi Raikkonen la 200esima pole position. La numero 50 fu conquistata da Jacky Ickx nel 1970; la numero 100 da Patrick Tambay nel 1983; la numero 150 da Michael Schumacher nel 2002. Tra i piloti che maggiormente hanno contribuito allo storico traguardo citiamo le 58 di Michael Schumacher, le 23 di Niki Lauda, le 13 di Alberto Ascari, le 12 di Felipe Massa e le 11 di Rubens Barrichello e Jacky Ickx i quali sono gli unici a vantare la doppia cifra. Con 5 pole, Kimi Raikkonen è solo decimo in questa particolare classifica.

    Dando uno sguardo ai team, infine, il Cavallino è al primo posto come numero di partenze al palo ed è seguita da McLaren a 135, Williams 125, Lotus 107. Più staccati gli altri team con la Renault, quinta, a quota 50.

    Felipe Massa conquista la terza vittoria in stagione diventando il pilota con più successi del 2008. Per rendere l’idea della sua ottima stagione, bast dire che tre vittorie è anche il numero di quelle da lui conquistate in tutto il 2007. In totale il brasiliano sale ad 8 in carriera come Jacky Ickx e Denny Hulme. Curiosamente, anche in seconda e quinta posizione è finito per 8 volte. La sua posizione più frequente, però, è la 11a, dove ha finito per 10 volte.

    Il giro più veloce del GP di Francia va a Kimi Raikkonen che se lo aggiudica per la quinta gara consecutiva, eguagliando Alberto Ascari. In totale il finlandese sale a quota 30.

    Lo scorso anno Massa partì in pole e Raikkonen vinse il GP di Francia. Stavolta le cose sono andate all’opposto con il brasiliano battuto in qualifica ma vincete in gara.

    La Ferrari va a punti per la 40a corsa consecutiva. E’ la terza vittoria consecutiva a Magny cours, ognuna delle quali ottenuta con un pilota diverso.

    Jarno Trulli riporta una Toyota sul podio. Non accadeva dal GP d’Australia del 2006. Per l’italiano il digiuno era ancora più lungo in quanto mancava dal GP di Spagna del 2005

    Fernando Alonso non ha concluso a podio in nessuna delle 8 gare fino a qui disputate. Una serie così negativa non gli capitava dal 2004. In ogni caso, lo spagnolo ha raggiunto quota 500 punti in carriera.

    Momentaccio per Lewis Hamilton che non era mai partito così indietro in F1 come a Magny Cours, dove si è piazzato alla tredicesima casella della griglia. L’inglese adesso è quarto nel campionato, la più bassa posizione mai occupata. E’ anche la prima volta che non va a punti per due corse consecutive.

    Nelson Piquet Jnr raccoglie i primi punti in carriera e fa segnare la sua miglior posizione in griglia al via, la nona.

    Grazie alle penalizzazioni della McLaren, oltre a Piquet, anche David Coulthard e Timo Glock colgono la loro miglior posizione in partenza del 2008..