Stoner “Patapum” cede il posto a Pedrosa. Rossi OK

Stoner "Patapum" cede il posto a Pedrosa

da , il

    daniel pedrosa - valentino rossi

    C’era chi, ad inizio Campionato, diceva che “la MotoGP non è più quella di una volta“, ricca cioè di colpi di scena, di capitomboli a lieto fine e di bagarre all’ultimo giro.

    Le prime due gare 2008 hanno smentito questa tesi. E visto che non c’è due senza tre, sembra che anche la terza gara stia imboccando la stessa strada delle prime due.

    C’è qualcosa di strano e di magnetico in questo MotoMondiale che domenica correrà sulla pista portoghese dell’ Estoril.

    C’è qualcosa che motiva Pedrosa (che oggi “vince”), che mette dei dubbi a Stoner (che oggi cade), che incita Valentino (che oggi convince).

    Vagonate di Fiducia nel box HRC per lo spagnolo, paura di vincere di nuovo per l’australiano e qualche opportunità in più per l’italiano sono solo alcune minuscole motivazioni della gara scorsa e di questo venerdì di prove.

    E poi, i rookies.

    Jorge “Giorgio” Lorenzo sopra tutti (coccolato, anche, a dovere da una Yamaha che desidera coltivare da subito l’erede di Valentino), ma anche Dovizioso, e Toseland, e De Angelis e… la lista potrebbe essere più lunga.

    E poi… un grande punto interrogativo. Marco Melandri.

    Chissà…

    …domani è un altro giorno.