Storia del Motociclismo. Mike “The Bike” Hailwood [parte I]

Storia del Motociclismo

da , il

    Storia del Motociclismo. Mike “The Bike” Hailwood [parte I]

    Sempre sul filone inglese, dopo Surtees è adesso il turno di Hailwood, supremo “british citizen” del Motociclismo, per alcuni versi figlio d’arte, capace di grandi imprese in capo sportivo e scomparso prematuramente insieme alla figlia in un triste incidente d’auto.

    Mike “the Bike” Hailwood. Il nickname riassume tutto quello che non si potrebbe spiegare con mille parole.

    Mike Hailwood era la Moto. Bravo, bravissimo, geniale. Fluido, competitivo, determinato.

    Ariete, focoso per vacazione, Stanley Michael Bailey Hailwood nacque a Great Milton, nel Regno Unito, il 2 aprile 1940.

    Mike imparò a guidare in un campo di 8 acri vicino a casa e tracciò una pista ovale causata dai tanti giri che faceva la domenica dopo la Messa. Frequentò il Pangbourne College, ma lo lasciò presto e lavorò per breve tempo nell’azienda di famiglia prima che suo padre lo mandasse a lavorare presso la Triumph Motorcycles. Sposò Pauline Barbara Nash l’11 giugno del 1975, che gli diede un figlio e una figlia.

    Mike scomparve prematuramente a Birmingham il 23 marzo 1981 in un incidente d’auto.

    Il suo palmares conta 76 vittorie in Motomondiale e 9 Titoli mondiali conquistati: 4 nella classe 500cc, 2 nella 350cc e 3 nella 250cc.