Super Aguri: al volante Sato e Ide

da , il

    Takuma Sato

    La Super Aguri, terza scuderia nipponica di Formula 1 , ha annunciato i suoi due piloti. Si tratta di Takuma Sato e Yuji Ide. Considerando anche il motore Honda e le gomme Bridgestone, il team è così al 100% “made in japan”. Molti dubbi sorgono, però, sulle possibilità che la squadra diventi un orgoglio nazionale.

    Su Takuma Sato è stato ormai detto tutto. In Giappone è un idolo. Per il resto del mondo è un pilota che abbina la scarsa velocità alla eccessiva irruenza. Se non altro sa alimentare lo spettacolo in pista creando situazioni impreviste e talvolta pericolose.

    Yuji Ide è al debutto. Si tratta di un pilota modesto che ha portato avanti la sua carriera con successo nella All Japan Championship Formula Nippon Series. In occasione dell’annuncio ha dichiarato:«Quest’anno sarà emozionante e impegnativo. Vorrei ringraziare Aguri Suzuki per avermi dato l’opportunità di correre in Formula 1. Vorrei anche ringraziare l’intero team per aver lavorato così sodo per preparare la vettura. Ora attendo con impazienza di provarla a Barcellona».

    Dopo un primo collaudo a Kemble Airfield questa settimana, nella prossima il team sarà a Barcellona insieme alle altre squadre per provare finalmente la macchina.

    Al momento la vettura è apparsa con una tinta provvisoria totalmente bianca. Alla Super Aguri, però, di provvisorio non c’è solo la livrea. Ma molto altro.

    Nei test di Barcellona sarà interessante vedere il distacco che avranno dagli avversari.

    Se riusciranno a girare a meno di un paio di secondi dai peggiori, si potrà già ritenere miracoloso il lavoro degli ingegneri.

    Ingegneri che, lo ricordo, hanno dovuto prendere un telaio del 2003, già scadente allora, e modificarlo a tempo di record per adattarlo ai regolamenti del 2006.

    I primi GP saranno dei semplici test, ha ammesso Aguri Suzuki. Il loro obiettivo e di fare una buona figura nel GP del Giappone.

    Prima c’è da capire cosa intendano dire con «buona figura». Poi, c’è da notare che quell’appuntamento è fissato per l’8 ottobre, penultima gara del campionato.