Super Aguri, un passo verso la normalità

da , il

    Super Aguri SA05

    In questi giorni a Silverstone la Super Aguri ha compiuto un deciso passo verso la normalità. Intanto ha mostrato la sua livrea ufficiale ed ha annunciato il nome del terzo pilota Franck Montagny, poi – soprattutto – ha introdotto alcune novità aerodinamiche che l’hanno “evoluta” rispetto alla vecchia Arrows del 2003.

    A causa del maltempo il lavoro non si è svolto come previsto, ma questo pare il male minore. Data l’arretratezza della vettura non sarà certo un giorno di test in meno a fare la differenza. Sono stati i giapponesi i primi ad ammettere che saranno le gare iniziali i veri test per macchina e squadra.

    Finalmente la SA05 è stata dotata di un’aerodinamica conforme ai regolamenti. E questo è già un notevole passo in avanti. Lo dimostrano l’ottimismo e l’entusiasmo – probabilmente esagerato – che circolano nella scuderia giapponese.

    Ora gli ultimi problemi da risolvere sono legati alle prestazioni e l’affidabilità. Le prima sono drammaticamente lontane dalla concorrenza. Quanto all’affidabilità, dati i pochi chilometri percorsi, l’impressione è che sarà dura per Sato e Ide riuscire a concludere il prossimo Gran Premio.

    E, a dirla tutta, potrebbe anche essere un bene visto che si risparmieranno l’umiliazione di terminare la gara doppiati e ridoppiati un discreto numero di volte.