Superbike 2011, shock Yamaha: ritiro entro la fine dell’anno

La Yamaha sbk annuncia il proprio ritiro dal mondiale delle derivate di serie entro la fine del 2011

da , il

    Yamaha sbk

    La Yamaha ha comunicato ufficialmente che a fine stagione lascerà la sua attività come squadra ufficiale nel campionato del mondo Superbike. Un annuncio a sorpresa quella della casa giapponese dei piloti Eugene Laverty e Marco Melandri. La casa dei Tre Diapason avrebbe previsto uno scenario simile a quello dell’attuale Ducati, con un disimpegno in forma ufficiale e un impegno a supportare i team satelliti. “Questo annuncio segue una revisione strategica completa delle operazioni di marketing in Europa tra cui tutte le attività Motorsport e tiene conto della grave continua e rapida evoluzione del mercato delle due ruote”; recita parte del comunicato.

    Dopo la bella prova di Melandri a Silverstone dove ha raggiunto due volte il podio, arriva un fulmine a ciel sereno nell’universo Yamaha. La casa motociclistica nipponica ha deciso che alla fine del WSBK 2011 dirà addio alle moto ufficiali, “dando soddisfazione ai team clienti”.

    Il comunicato prosegue affermando che: “YME desidera esprimere un sincero ringraziamento e apprezzamento per l’impegno totale, supporto e la passione mostrata dai piloti estremamente professionali e ai membri del team presenti e degli anni passati. YME vorrebbe anche ringraziare tutti i partner e i fornitori che hanno sostenuto la squadra e in più ringrazia Infront Motorsports, ed i promotori della FIM Superbike World Championship. YME ha scelto questa tempistica dell’annuncio per assicurare che tutti gli obblighi esistenti siano correttamente rispettati e non limitare le opportunità o la pianificazione futura per tutto il personale coinvolto”.