Superbike 2012, Biaggi è carico: “Phillip Island ci ha dato spinta giusta”

Biaggi è carico dopo le due splendide prove offerte nell'appuntamento inaugurale della SBK 2012 tra le curve di Phillip Island

da , il

    Max Biaggi phillip island 12

    A pochi giorni dall’appuntamento con Imola, Max Biaggi ed Eugene Laverty sono pronti a dare battaglia in Superbike 2012 e a difendere i buoni risultati ottenuti nella trasferta australiana. I due centauri erano presenti alla Dealer Convention di Piaggio Group Americas che ha riunito i concessionari del Gruppo Piaggio di USA e Canada e i distributori dell’America Latina. I due centauri dell’Aprilia Racing Team hanno avuto modo di tirare le somme dopo la prima tappa del mondiale: “Il 2012 è partito nel miglior modo possibile. Abbiamo vinto Gara 1 mettendo pressione a Carlos Checa ed alla Ducati e portandoli all’errore, mentre la rimonta dall’ultimo al secondo posto in Gara 2 è stata sicuramente una delle prestazioni più belle della mia carriera, non mi era mai successo”; ha detto Biaggi.

    La vittoria e il secondo posto di Max Biaggi a Phillip Island, al debutto di un team completamente rinnovato, hanno confermato l’ottimo stato di forma del cinque volte Campione iridato ( 4 nel Motomondiale ed 1 in Sbk ) e della sua Aprilia RSV4.

    Il Corsaro romano del WSBK non credeva di essere competitivo sin da subito, ma adesso si gode la vetta della classifica e si carica in vista di Imola 2012: “Dopo il contatto alla prima curva non pensavo di farcela, ma vedendo i buoni tempi giro dopo giro ho preso fiducia e spinto al massimo fino alla bandiera a scacchi. Due risultati che ci hanno ripagato di tutto il lavoro svolto durante il weekend e che ci fanno ben sperare, perché quando inizi la stagione vincendo l’atmosfera è positiva”.

    E con una squadra completamente rinnovata, con l’aiuto del capotecnico Aligi Deganello, il feeling con il team Aprilia è sembrato davvero rinforzato: “Se è vero che il buon giorno si vede dal mattino, siamo partiti con il piede giusto. Con il mio nuovo capotecnico Aligi Deganello e con i meccanici si è instaurato da subito un bel rapporto, nonostante il poco tempo a disposizione per amalgamare il nuovo team. E’ stato importante capire dall’inizio cosa mi servisse e come la squadra dovesse lavorare per aiutarmi ad ottenerlo, i risultati della prima gara ci danno fiducia per il resto del campionato”.