Superbike 2012: ecco la BMW S1000RR di Marco Melandri

Anche la BMW ha presentato la versione grafica della moto che porterà in pista nel WSBK 2012

da , il

    bmw melandri sbk 2012

    La BMW che corre nel mondiale Superbike diffonde la versione grafica definitiva per le proprie moto, le S1000RR che il team BMW Motorrad Motorsport porterà sul tracciato internazionale di Phillip Island, in occasione dei primi test in vista dell’inzio del mondiale delle deirvate dalla serie 2012. A rappresentare i colori della BMW ci sono il riconfermato Leon Haslam e l’ex centauro della MotoGP, Marco Melandri in cerca di riscatto.

    Come già fatto da altri team partecipanti al prossimo Mondiale della Superbike, come la Crescent Suzuki, anche la BMW ha svelato la versione grafica definitiva del bolide che proverà a soffiare il titolo mondiale alla Ducati dello spagnolo Carlos Checa.

    La squadra tedesca della Sbk è stata rinnovata non solo con l’arrivo di Melandri ma anche del responsabile Andrea Dosoli che in passato hanno larovato insieme alla Yamaha e adesso si ritrovano nella BMW ufficiale. Dopo essere stato nel 2011 team manager della squadra ufficiale Yamaha, prendendo il posto di Meregalli che è migrato in MotoGP per seguire Ben Spies, Dosoli si ritrova per il 2012 in funzione di capo delle operazioni in pista per il team ufficiale BMW.

    Osservando la moto, la combinazione cromatica è quella bianco-blu-rossa, che riprende i colori storici del marchio tedesco. Mentre dal punto di vista tecnico vi sono novità di telaio e motore ma anche di elettronica: “Questo progetto è il più interessante ed avvincente nelle corse, perché riesco ad intravvedere il potenziale per poter vincere, per diventare una squadra di successo. Abbiamo una grande azienda alle nostre spalle, abbiamo la possibilità di lavorare con piloti di esperienza e dotati di enorme talento e stiamo diventando una squadra davvero competitiva. Il far parte di questo progetto è qualcosa che mi rende davvero orgoglioso ed è la ragione per cui sono qui”; spiega Dosoli.

    E riguardo al suo nuovo team Andrea Dosoli conferma che: “Abbiamo un grande potenziale in diverse aree, ma manca il collante per mettere assieme tutte queste risorse. Per questo voglio fare in modo di rendere tutto più unito, al fine di utilizzarlo al meglio. Voglio essere il collante tra i vari comparti del team e voglio lavorare per migliorare la squadra costantemente. Potrebbe capitare un problema in pista da risolvere, in quel caso tutti devono dare il loro aiuto per mettere a posto la situazione. Solo con la coesione si ottengono i risultati ed ogni membro della squadra deve guardare oltre quelle che sono le sue responsabilità”.