Superbike: Aprilia pronta alla sfida USA

Il team Aprilia Alitalia Racing è pronto ad affrontare la trasferta statunitense del WSBK 2010: negli USA Max Biaggi dovrà sfruttare al massimo le caratteristiche della sua Aprilia RSV4 Factory, che potrebbero ben sposarsi con quelle del circuito

da , il

    Il team Aprilia Alitalia si sta preparando per il settimo turno del mondiale Superbike 2010, round importantissimo per le speranze iridate di Max Biaggi perché si correrà sul circuito americano di Miller Motorsports Park, pista che dovrebbe essere particolarmente adatta alle caratteristiche della quattro cilindri di Noale.

    La classifica mondiale vede ancora in testa Leon Haslam (Suzuki Alstare), che mantiene quindici punti di vantaggio sul Corsaro, che dovrà assolutamente migliore il sesto e il qurto posto ottenuti lo scorso anno negli USA.

    Il team Aprilia Alitalia Racing è pronto ad affrontare la trasferta statunitense del WSBK 2010: per battere Haslam negli USA Max Biaggi dovrà sfruttare al massimo le caratteristiche della sua Aprilia RSV4 Factory, che potrebbero ben sposarsi con quelle del circuito.

    Il Miller Motorsports Park è infatti caratterizzato dal lunghissimo rettilineo dei box (circa un km) che potrbbe esaltare la velocità dell’Aprilia (a Noale hanno già pensato di montare sulle moto di Max Biaggi e Leon Camier un nuovo propulsore).

    Siamo ben consapevoli che le prossime gare potrebbero essere decisive per l’esito del campionato mondiale Superbike,” ha dichiarato il team manager Francesco Guidotti, “Abbiamo iniziato questa avventura nel mondiale SBK, nella scorsa stagione, ingaggiando il campione più preparato, con l’esperienza e la determinazione giuste per sviluppare un progetto totalmente nuovo, poi abbiamo lavorato tutti insieme per avere la moto migliore. Ora partiamo per la trasferta americana e per questa fase così importante del Mondiale confidenti di far bene e soddisfatti per essere, alla nostra seconda stagione in questo campionato, in gara per obiettivi straordinari, sia nella classifica piloti sia in quella riservata ai costruttori.”