Superbike Assen: Rea ok, Biaggi ko

Il lavoro svolto durante i test eseguiti ad Assen la scorsa settimana premiano il giovane Jonathan Rea (Team Honda Ten Kate) che ottiene la sua prima pole position nel mondiale Superbike e fa segnare il nuovo record della pista

da , il

    Il lavoro svolto durante i test eseguiti ad Assen la scorsa settimana premiano il giovane Jonathan Rea (Team Honda Ten Kate) che ottiene la sua prima pole position nel mondiale Superbike e fa segnare il nuovo record della pista.

    Il circuito olandese non è favorevole invece a Max Biaggi: il Corsaro dell’Aprilia partirà undicesimo e sarà davvero dura per lui rosicchiare punti in classifica a Leon Haslam (quarto tempo nella superpole, in prima fila allo start).

    Ad Assen, quarta prova del campionato del mondo Superbike, Jonathan Rea (Team Honda Ten Kate) stabilisce il nuovo record del circuito ed ottiene la prima pole della sua carriera nel mondiale delle derivate di serie.

    Finora è stato un week end positivo,” ha dichiarato Jonathan Rea, “Probabilmente uno dei migliori avuti in Superbike. Abbiamo già trovato un buon passo gara e penso che sarà tutto migliore quando userò la combinazione idonea. Mi sto proprio divertendo a guidare questa moto e sento che sono al punto giusto.”

    Il rider nord-irlandese partirà in prima fila insieme a Jakub Smrz (Team Pata B&G Racing), Troy Corser (BMW Motorrad Motorsport) e il leader del WSBK Leon Haslam (Team Suzuki Alstare).

    Chi deve invece ritenersi insoddisfatto di come le cose stanno andando in Olanda è Max Biaggi: il centauro dell’Aprilia RSV4 Factory non riesce ad andare oltre l’undicesimo tempo e vede compromesso il suo tentativo di dare l’assalto al primo posto della classifica piloti.

    Il nostro obiettivo era quello di provare assetti diversi, ma forse non è stata la scelta giusta,” ha dichiarato il Corsaro, “Dobbiamo analizzare tutti i dati e arrivare con le idee chiare su cosa fare.”