Superbike: Biaggi e Melandri sui test di Portimao

SUPERBIKE - Max Biaggi e Marco Melandri hanno vissuto diversamente i test ufficiali SBK di Portimao: per il campione del mondo della Superbike la prova portoghese è stata del tutto ininfluente; per l'ex rider della Honda Gresini è stata invece l'occasione di rimettersi in sella dopo l'operazione alla spalla

da , il

    Superbike - Melandri a Portimao

    SUPERBIKEMax Biaggi e Marco Melandri hanno vissuto diversamente i test ufficiali SBK tenutisi sul circuito di Portimao: per il campione del mondo della Superbike la prova portoghese è stata del tutto ininfluente, poiché è sceso in pista solo il primo giorno – con condizioni atmosferiche a dir poco avverse – per poi volare alla convention Piaggio a Montecarlo; per l’ex rider della Honda Gresini MotoGP è stata invece l’occasione di rimettersi in sella dopo l’operazione alla spalla e prendere confidenza con la Yamaha YZF R1 in vista dell’esordio a Phillip Island.

    MAX BIAGGI – “Non siamo riusciti a provare niente. Questo test si è rivelato senza nessun valore aggiunto a causa delle condizioni atmosferiche,” ha dichiarato Biaggi lamentandosi del maltempo a Portimao – “E’ sempre rischioso provare a gennaio anche se sei nel sud dell’Europa. Per fortuna correremo in Portogallo solo a fine campionato.”

    MARCO MELANDRI – Di opinione completamente opposta rispetto a Biaggi, Melandri ha dichiarato: “Sono molto soddisfatto per l’esito di queste prove. Per me è stato molto importante scender in pista così presto dopo l’operazione alla spalla. Il mio obiettivo era di concentrarmi sulla conoscenza del tracciato e passare più tempo possibile in sella: non ho spinto al massimo, ma mi sono trovato molto bene nonostante il dolore alla spalla.”

    In condizioni di bagnato il nostro set-up è buono, sono rimasto sorpreso per la facilità di arrivare a ottimi tempi,” ha continuato il nuovo rider Yamaha, “Mi sono allenato duramente per tornare in forma, adesso non vedo l’ora di presentarmi in Australia in una condizione fisica migliore e dare il massimo.”