Superbike: Davide Tardozzi team manager della BMW

E' ufficiale e a darne la notizia è stata la stessa BMW con un comunicato stampa: Davide Tardozzi, ex responsabile della Ducati Superbike, da lunedì è ufficialmente il nuovo team manager di BMW Motorrad Motorsport

da , il

    E’ ufficiale e a darne la notizia è stata la stessa BMW con un comunicato stampa: Davide Tardozzi, ex responsabile della Ducati Superbike, da lunedì è ufficialmente il nuovo team manager di BMW Motorrad Motorsport.

    Tardozzi è dunque già al lavoro, anche se il debutto ufficiale è fissato per i test collettivi di Portimao del 22 e del 24 gennaio, mentre nel Team Ducati Xerox è stato sostituito da Ernesto Marinelli.

    La BMW ha ufficializzato l’ingaggio di Davide Tardozzi come Team Manager di di BMW Motorrad Motorsport nel campionato World Superbike.

    Tardozzi lascia dopo 15 anni la Ducati, dove tra team satellite e ufficiale ha lavorato fin dal 1995, e approda in BMW insieme a Berthold Hauser (direttore BMW Motorrad Motorsport) e Rainer Bäumel (Project Manager dell’aspetto sportivo e tecnico).

    Posso immaginare che molte persone siano rimaste sorprese da questa mia decisione di approdare in BMW,” ha dichiarato Tardozzi, “E di sicuro per me non è stata una decisione semplice. E’ vero, avevo offerte anche dalla MotoGP, ma il mio cuore è nella Superbike.

    Il suo passaggio da Ducati a BMW è stato un piccolo tsunami nell’ambiente del WSBK, con il team Ducati Xerox costretto a una profonda ristrutturazione, e adesso non resta che vedere se Tardozzi riuscirà ad ottenere i risultati attesi dalla nuova scuderia: l’obiettivo per il 2010 è quello di lottare per qualche vittoria, magari pensando al podio; al titolo iridato, invece, si comincerà a guardare dalla prossima stagione.

    Il BMW Motorrad Motorsport è una scuderia giovane e affamato di successi,” ha concluso il neo team manager, “Per noi il 2010 non sarà un anno facile, ma siamo tutti determinati per migliorare in vista delle prossime stagioni. Non vedo l’ora di lavorare dietro le quinte per la squadra: è la sfida che stavo cercando.