Superbike Imola: Max Biaggi, “domani gare difficili”

Una Superpole pazza, ma che poteva anche andare peggio per Max Biaggi: il pilota dell'Aprilia alla fine non si lamenta della settima posizione (partenza domani dalla seconda fila della griglia) che gli permette comunque di tentare la conquista del titolo iridato Superbike già sulla pista di Imola

da , il

    SBK Imola - Max Biaggi

    Max Biaggi vorrebbe chiudere il discorso mondiale SBK già domani davanti al pubblico di Imola, ma sa che non sarà facile: ha 58 punti di vantaggio su Leon Haslam, ma l’inglese della Suzuki sembra molto agguerrito e l’Aprilia del Corsaro dovrà partire dalla seconda fila, domani nelle due gare valide come seconda prova del mondiale Superbike.

    Il centauro romano ha definito la Superpole di oggi “pazza” e condizionata dal maltempo, ma è sicuro che nelle gare di domani i protagonisti del WSBK torneranno a riprendersi la scena.

    Una Superpole pazza, ma che poteva anche andare peggio per Max Biaggi: il pilota dell’Aprilia alla fine non si lamenta della settima posizione (partenza domani dalla seconda fila della griglia) che gli permette comunque di tentare la conquista del titolo iridato Superbike già sulla pista di Imola.

    E’ stata una giornata complicata, ma va abbastanza bene ritrovarmi in seconda fila,” ha ammesso Biaggi, “Rischiando qualcosa di più potevo forse meglio, ma non era il caso. Sicuramente queste sono state le qualifiche più pazze di tutta la stagione ed è stato giusto non rischiare.”

    Biaggi avrebbe potuto dunque ottenere un tempo migliore, ma giustamente ha preferito non rischiare e giocarsela tutta domani, poiché per vincere il titolo SBK gli basterà anche perdere 8 punti su Haslam: “Già ieri ero sicuro di potermi migliorare, anche se su questo tracciato abbiamo avuto qualche difficoltà di troppo. C’è ancora del lavoro da fare e non c’è abbastanza tempo per riuscirci, così dobbiamo cercare di ottenere il meglio dal pacchetto che abbiamo a disposizione.”

    Sul bagnato è sempre un’incognita: domani non saranno due gare facili, nei primi giri tutti quelli davanti saranno molto veloci e le condizioni meteo giocheranno un ruolo importante,” ha concluso il rider Aprilia, “Ma siamo pronti a stringere i denti, dare il 110% e ottenere il massimo. I conti poi li faremo alla fine delle due gare.