Superbike: Max Biaggi si aspettava di più

Max Biaggi appare deluso come dopo i precedenti test Superbike: il pilota romano ha ammesso di non aver notato miglioramenti nella sua Aprilia, che resta di fatto meno competitiva rispetto alle moto Ducati, Suzuki e Honda

da , il

    Max Biaggi non è soddisfatto dei test Superbike di Phillip Island così come non lo era di quelli di Portimao: ancora una volta le prove collettive su pista a rivelato che la Aprilia è indietro rispetto ad altre moto del campionato mondiale delle derivate di serie, come le Ducati, che hanno di fatto dominato il test australiano.

    Il Corsaro ha confessato che si aspettava risultati migliori e che non ha visto miglioramenti: è ammetta che la gara di domenica sarà dura per l’Aprilia Superbike.

    Speravo in un risultato migliore, ma siamo ancora in difficoltà sull’asfalto sconnesso dove la moto non si comporta come dovrebbe e diventa difficile stringere sulla corda.”

    Max Biaggi appare deluso come dopo i precedenti test Superbike: il pilota romano ha ammesso di non aver notato miglioramenti nella sua Aprilia, che resta di fatto meno competitiva rispetto alle moto Ducati, Suzuki e Honda. Solamente le Yamaha sembrano soffrire in questo momento quanto le moto della casa di Noale.

    Non sono particolarmente contento,” ha commentato il Corsaro, “Sinceramente, ero più fiducioso, mi aspettavo qualcosa di più visto il il punto al quale siamo arrivati alla fine della stagione scorsa. Anche i nuovi pneumatici non hanno portato particolari benefici… Questo è un circuito complicato per la nostra moto e non ho visto miglioramenti.

    Biaggi è consapevole, dunque, che a pochi giorni dall’apertura del campionato del mondo Superbike ha ancora un mucchio di lavoro da fare con la sua RSV4: “Adesso lavoreremo ancora in vista delle due manches di domenica,” ha concluso, “Ma sicuramente non sarà una gara facile.