Superbike Monza 2011, Melandri: “Moto nervosa, non potevo lottare per vincere”

Il pilota della Yamaha, Melandri spiega i momenti più importanti dell'ultimo GP di Monza dove in gara 2 ha rischiato di vincere

da , il

    marco melandri 2011 monza sbk

    Il centauro italiano della Yamaha, Marco Melandri può essere soddisfatto della sue prestazione a Monza, teatro del quarto step del mondiale Superbike, dove ha guadagnato un quarto ed un secondo posto. Il Macio ha lottato con il suo compagno di squadra, Eugene Laverty in gara 2, perdendo il duello solo all’ultima curva e a causa di una perdita di aderenza del posteriore: “è stato un weekend molto impegnativo per me, abbiamo cercato a lungo di trovare un buon set-up per dare stabilità alla moto”.

    Il ravennate Melandri si aspettava a Monza un duello contro Max Biaggi e Carlos Checa ma gli eventi della gara italiana delle derivate di serie è stata piena di sorprese ed alla fine l’ex pilota della MotoGP si è dovuto piegare alla vittoria del team mate, Laverty dopo un duello emozionante all’ultimo centimetro.

    Purtroppo per lo spettacolo, in gara due, è arrivata la delusione di Biaggi per la penalità inflittagli dalla direzione gara che ha spianato la strada al duetto Yamaha che a quel punto si è involata verso il tragurado. Sentiamo le parole di Melandri dopo la fine della corsa di Monza: “in gara 2 abbiamo fatto un bel passo avanti, ma la moto era molto nervosa alla fine della gara e non ho potuto correre per vincere. Ho fatto del mio meglio, ma all’ultima curva ho avuto problemi con il cambio e per un attimo ho perso il posteriore”.