Superbike Monza: il trionfo Aprilia

Max Biaggi ci crede

da , il

    Il campionato del mondo Superbike si decide anche dalle parti di Noale: la doppietta di ieri a Monza ha definitivamente proiettato Max Biaggi nella battaglia per la conquista del titolo iridato delle derivate di serie, una lotta a due con la Suzuki e con il suo alfiere britannico, Leon Haslam.

    E al sogno mondiale crede anche l’Aprilia, che nella classifica iridata costruttori ha sorpassato proprio la casa giapponese ed è prima. Nessun italiano finora è riuscito a vincere un mondiale SBK e Biaggi ora ne ha la possibilità proprio in sella a una moto italiana… Incrociamo le dita e facciamo il tifo per il Corsaro!

    Max Biaggi ci crede. L’Aprilia ci crede. L’assalto al titolo iridato Superbike è ufficialmente partito: il centauro romano ha dominato la prova di Monza correndo due gare praticamente sempre in testa, polverizzando i record di velocità della SBK e ubriacando tutti i suoi avversari.

    Leon Haslam di certo non mollerà facilmente la testa della classifica piloti (ha ancora tre punti di vantaggio sul Corsaro) ma comincia a sentire sul collo il fiato di Biaggi e il rombo della RSV4. Un rombo che sa farsi rispettare e che inizia a far volare anche il suo secondo pilota, il giovane Leon Camier piazzatosi ieri quinto e quarto facendo guadagnare alla casa di Noale i punti necessari a balzare in testa alla classifica costruttori (184 punti contro i 181 della Suzuki).

    Il week-end è stato positivo, e faccio i complimenti a Max per le due gare strepitose,” ha dichiarato il giovane inglese dell’Aprilia Alitalia Racing Team, “Personalmente sono molto contento del quarto posto: sto crescendo, lo sento, e so che siamo pronti a raggiungere risultati di rilievo.