Supersport Monza 2013, risultati qualifiche: Coghlan davanti a tutti nel Gran Premio d’Italia [FOTO]

da , il

    Eccoci qua! Manca pochissimo all’inizio degli eventi “caldi” nel week end di Monza, e considerando le condizioni del tempo davvero scarse e il fatto che nessuno se la è rischiata a spingere in un circuito inzuppato dalla pioggia e afflitto anche da un pò di nebbia, adesso avremo i primi tempi “significativi” della giornata. Certo, il meteo non prevede miglioramenti fino a domani, ma da qualche parte tocca iniziare e i piloti non si possono permettere di perdere tempo e tutto il venerdì. Cosi adesso vedremo cosa succede, ora nella SSP e dopo nella SBK, tutto LIVE! su Derapate.it!

    Monza – FIM Supersport World Championship – Qualifying 1

    1. Kev Coghlan (Kawasaki DMC-Lorenzini Team) Kawasaki ZX-6R 1’59.339

    2. Andrea Antonelli (Team Goeleven) Kawasaki ZX-6R 1’59.635

    3. Kenan Sofuoglu (MAHI Racing Team India) Kawasaki ZX-6R 1’59.728

    4. Sheridan Morais (PTR Honda) Honda CBR600RR 2’00.977

    5. Lorenzo Zanetti (Pata Honda World Supersport) Honda CBR600RR 2’00.996

    6. Luca Marconi (PTR Honda) Honda CBR600RR 2’01.229

    7. Riccardo Russo (Puccetti Racing Kawasaki) Kawasaki ZX-6R 2’01.261

    8. Stefano Cruciani (Puccetti Racing Kawasaki) Kawasaki ZX-6R 2’01.331

    9. Jack Kennedy (Rivamoto) Honda CBR600RR 2’01.542

    10. Mathew Scholtz (Suriano Racing Team) Suzuki GSX-R600 2’01.603

    11. Michael Vd Mark (Pata Honda World Supersport) Honda CBR600RR 2’01.690

    12. Christian Iddon (ParkinGo MV Agusta Corse) MV Agusta F3 675 2’02.103

    13. Sam Lowes (Yakhnich Motorsport) Yamaha YZF R6 2’02.178

    14. Vladimir Leonov (Yakhnich Motorsport) Yamaha YZF R6 2’02.325

    15. Florian Marino (Kawasaki Intermoto Ponyexpres) Kawasaki ZX-6R 2’02.601

    16. Massimo Roccoli (Team Pata by Martini) Yamaha YZF R6 2’02.790

    17. Luca Scassa (Kawasaki Intermoto Ponyexpres) Kawasaki ZX-6R 2’02.832

    18. Alex Baldolini (Team Lorini) Honda CBR600RR 2’02.924

    19. Raffaele De Rosa (Team Lorini) Honda CBR600RR 2’02.931

    20. Gabor Talmacsi (Prorace) Honda CBR600RR 2’02.952

    21. Vladimir Ivanov (Kawasaki DMC-Lorenzini Team) Kawasaki ZX-6R 2’03.689

    22. Mitchell Carr (AARK Racing) Triumph 675 R 2’03.987

    23. Imre Toth (Racing Team Toth) Honda CBR600RR 2’04.397

    24. Dino Lombardi (Pata by Martini Team) Yamaha YZF R6 2’04.417

    25. Balazs Nemeth (Complus SMS Racing) Honda CBR600RR 2’04.593

    26. Roberto Tamburini (Suriano Racing Team) Suzuki GSX-R600 2’04.829

    27. Alessia Polita (VFT Racing) Yamaha YZF R6 2’04.915

    28. Matt Davies (Team Honda PTR) Honda CBR600RR 2’05.593

    29. Roberto Rolfo (ParkinGo MV Agusta Corse) MV Agusta F3 675 2’06.274

    30. David Linortner (Team Honda PTR) Honda CBR600RR 2’06.436

    31. Nacho Calero Perez (Honda PTR) Honda CBR600RR 2’06.831

    32. Alex Schacht (Racing Team Toth) Honda CBR600RR 2’06.973

    33. Eduard Blokhin (Rivamoto) Honda CBR600RR 2’08.522

    34. Yves Polzer (Team MRC Austria) Honda CBR600RR 2’10.362

    ORE 14:30 Bandiera a Scacchi! Chiude al comando Coghlan, unico a scendere sotto i due minuti sul giro insieme ad Antonelli, secondo. Seguono Sofouglu che piazza un 2’00 basso all’ultimo, Morais, Zanetti e Marconi. La classifica completa qui sopra

    ORE 14:20 Si sa che le condizioni di questo tipo non rendono veritieri i tempi a meno che non restino cosi tutto il week end, ma certe cose fa bene al proprio patriottismo vederle. A Monza il nostro Andrea Antonelli si porta in testa alla classifica! Seguono Coghlan, Morais e Russo, Lowes quinto.

    ORE 14:15 Lowes rimane ai box e viene sopraggiunto nella classifica dei tempi anche da Morais, mentre Sofouglu viene sorpassato da Van de Mark e Kennedy.

    ORE 14:05 Cade Lowes, senza conseguenze sembrerebbe, e Coghlan gli ruba la prima posizione con il suo 2’01.9, terzo Antonelli seguito da Scholtz, Sofouglu e Cruciani, tutti sotto il 2’04

    ORE 13:55 Primi tempi sul 2’06, simili alla Stock 600. Davanti Lowes, con il suo 2’02 basso, seguito da Cruciani, Coghlan e Sofouglu.

    ORE 13:45 Bandiera Verde! Si inizia su una pista fradicia, i piloti cominciano a scendere alla ricerca del grip che non sembra essere la costante del Tempio della Velocità, almeno per quanto riguarda il Mondiale Superbike