Suzuki: Capirossi ci crede

Dopo i primi test svolti sul tracciato di Sepang, Loris Capirossi crede in una Suzuki competitiva e affidabile, che gli possa far guadagnare podi preziosi per la MotoGP 2010

da , il

    Dopo i recenti test di Sepang e i primi riscontri positivi, in casa Suzuki, c’è soddisfazione per il lavoro svolto dalla squadra e che ha dato importanti indicazioni ai due piloti: Loris Capirossi e il neo arrivato Alvaro Bautista. Nel particolare Capirex ha raggiunto il sesto tempo assoluto al termine della sessione, pur avendo sospeso il lavoro durante la seconda giornata a causa della pioggia. Il cantauro italiano non ha potuto migliorare ulteriormente il suo 2’02″102 del giovedì, anche perché il circuito malese ha iniziato ad asciugarsi dalla pioggia caduta all’alba, solo nella tarda mattinata.

    Dopo i primi test effettuati sul tracciato di Sepang dalla Suzuki, Loris Capirossi crede in una GSV-R competitiva e affidabile, che gli possa far guadagnare punti e posizioni preziose per la MotoGP 2010. Capirex ha girato con il tempo di 2’02″102, mentre il collega spagnolo più giovane si è limitato a concludere la propria sessione con il crono di 2’03″274.

    Dopo un 2009 ricco di amarezze, il centauro imolese è convinto che nella prossima classe regina 2010, riuscirà a tirar fuori tutto il potenziale dalla sua Suzuki: ” Il tempo mi soddisfa e il ritmo costante del primo giorno pure, sappiamo di dover ancora aspettare innovazioni dalla nostra casa, ma ora dobbiamo ancora migliorare. Ora attendo solo i nuovi sviluppi del propulsore, ma sono fiducioso “.

    Mentre Loris continua a lavorare, senza sosta, con gli ingegneri giaponesi, l’ex pilota della 250cc ha ammesso candidamente di non riuscire ancora a capire come aiutare l’italiano a sviluppare la moto e soprattutto di non aver trovato la giusta combinazione tra il suo stile di guida e la potenza dei propulsori delle MotoGP.

    Il team Rizla Suzuki è già all’opera nel quartier generale di Hamamatsu, in Giappone, per poi ritrovarsi più avanti nel mese ancora a Sepang a rifinire il lavoro in vista del primo Gran Premio della stagione, in Qatar a Losail, l’11 aprile.