Test Abu Dhabi F1 2014, risultati prima giornata: Bottas il migliore, debutta la Mclaren-Honda [FOTO]

Ultima sessione di test ad Abu Dhabi per la F1 2014

da , il

    Si è chiusa nel segno di Valtteri Bottas questa prima giornata dei Test di Abu Dhabi per la F1 2014. Tante piccole novità per le Formula 1 in ottica 2015, con i vari Raikkonen, Rosberg che hanno provato le Pirelli per il prossimo anno. Grande curiosità per Ericsson sulla Sauber; in Red Bull c’è Sainz Jr, con Verstappen in Toro Rosso. Ma la grande attesa era per il debutto della nuova McLaren Honda, con a bordo Stoeffel Vandoorne. L’ingresso in pista è stato alquanto problematico, con pochi giri effettuati. La vettura era praticamente quella del 2014 con poche modifiche esterne, mentre il motore era nuovo. Da segnalare il buon secondo posto della Ferrari di Kimi Raikkonen, seguito dal vice campione del mondo Nico Rosberg. Domani in pista per la seconda sessione di test ad Abu Dhabi, sempre in diretta su Derapate.it.

    IL LIVE

    15.00: BANDIERA A SCACCHI! Termina questa prima giornata di test per la F1 2014 da Abu Dhabi. Miglior tempo di Valtteri Bottas.

    LA NUOVA MCLAREN-HONDA

    14.55: E’ Verstappen a causare l’ennesima bandiera rossa per un testacoda. Ora di nuovo bandiera verde per gli ultimi 5 minuti.

    14.50: 10 minuti alla fine di questa prima giornata. Rosberg sale al terzo posto con il tempo di 1:44.512, Bottas migliora ancora il suo crono di 1:43.396. Mentre in pista sventola ancora bandiera Rossa.

    14.40: Pur essendo la stessa monoposto portata in pista da Magnussen e Button nel 2014, sulla McLaren Honda si possono intravedere già alcune modifiche, come le aperture doppie sulla fiancata sinistra, prevedibilmente operate per gestire al meglio lo smaltimento del calore. E’ il primo intervento apportato nel passaggio dal V6 Mercedes a quello nipponico.

    14.30: Mezz’ora alla fine

    14.20 Bene Palmer che si porta quarto con un 1:45.091.

    14.10: Pic mette a referto un buon 1:46.167, sesto tempo per oggi.

    14.00: la classifica dei tempi ad un’ora dal termine di questa prima giornata di test ad Abu Dhabi per la F1 2014

    13.50: Ecco la Mclaren di Vandoorne che torna ai box. Sessione finita per loro. Traumatico inizio per la Honda.

    13.40: Solo quattro millesimi separano Raikkonen da Bottas in testa alla classifica dei tempi di questa prima giornata di test.

    13.30: Torna ai box il pilota della GP2 dopo aver abbandonato la sua vettura lungo il tracciato.

    13.20: E’ proprio la Mclaren di Vandoorne a scanetenare l’ennesima interruzione di sessione. Difficile capire quali siano i problemi della vettura.

    13.10: Altra bandiera rossa. Vediamo chi è coinvolto

    13.00: Ericsson in pista con il suo nuovo team Sauber. Gomme medium per lui.

    12.50: Alex Lynn, campione GP3, domani correrà nei test con la Lotus

    12.30: Stevens in pista con ben 70 tornate all’attivo.

    12:18 - Primo giro di installazione completato per la McLaren, che rientra a motore spento nei box.

    12:07 - Semaforo verde, riprendono i test. Finalmente va in pista Vandoorne con la McLaren, che sembra montare la nuova ala anteriore progettata da Prodomou e ispirata a quella della Red Bull.

    11:51 – E’ il campione della GP2, Jolyon Palmer, a essersi fermato con la Force India nel T2.

    11:50 - Sessione pomeridiana particolarmente travagliata: esposta la seconda bandiera rossa dopo la pausa pranzo. Aveva appena ripreso a girare anche Verstappen, oltre a Palmer, reduce dal problema al motore stamane.

    11:35 – Riprendono le prove. Subito Sauber in pista, mentre la Caterham tarderà un po’ per apportare alcune modifiche al setup. Sembra che anche Vandoorne possa iniziare i test con la McLaren-Honda

    11:22 – Sessione interrotta. Bandiera rossa. E’ la terza della giornata.

    11:12 - Stevens è impegnato in un long run. La Pirelli fa sapere che al pomeriggio di vedranno più team usare le mescole sperimentali.

    Rosberg è il secondo pilota a riprendere i test.

    11:00 – Riprendono i test: ancora 4 ore di prove ad Abu Dhabi

    10:47 – I 51 giri all’attivo per Rosberg sono stati incentrati sulla raccolta di dati aerodinamici e la valutazione delle nuove gomme.

    Gomme che sono state riviste sul battistrada e l’impronta a terra, per ottenere una migliore distribuzione del calore, più uniforme su tutta la superficie. Vedremo se la gamma 2015 porterà anche variazioni alle mescole.

    10:40 - Dalla Force India fanno il punto della mattinata. Un problema al motore ha rallentato Palmer, rimasto fermo in pista, ma torneranno in azione al pomeriggio.

    In casa Williams, invece, sulla FW36 è apparso un nuovo display sperimentale, da integrare nel progetto 2015. Ecco come appare

    [sondaggio id="461"]

    Piloti in azione

    Mercedes – Rosberg

    Red Bull – Sainz Jr

    Williams – Bottas

    Ferrari – Raikkonen

    McLaren – Vandoorne

    Force India – Palmer

    Toro Rosso – Verstappen

    Lotus – Pic

    Sauber – Ericsson

    Caterham – Stevens

    10:35 - Per quanti si aspettavano una sperimentazione dei nuovi musetti già in quest’occasione, per valutare l’impatto sull’andamento dei flussi, dobbiamo riportare l’assenza di novità. La Lotus aveva provato ad Austin una diversa forma, ma ad Abu Dhabi attualmente è impegnata in configurazione 2014, con il muso a forchetta (che sarà vietato il prossimo anno).

    10:20 - Il campione del mondo 2014, il prossimo anno manterrà il numero 44. E’ la scelta di Lewis Hamilton, che sembra intenzionato a non sfoggiare il numero 1.

    10:05 - Pausa pranzo ad Abu Dhabi. Al momento la classifica dei test vede svettare Bottas, autore di 38 giri. Il più attivo in assoluto è stato, però, Will Stevens su Caterham, seguito da Rosberg con 47 tornate. Il tedesco è secondo, poi c’è Raikkonen a 2.1 secondi da Bottas e con 30 giri completati. Carlos Sainz Jr porta la Red Bull a coprire 38 tornate, contro le 46 di Ericsson al debutto su Sauber, quinto. Dietro Stevens, in settima posizione c’è Palmer, con 18 giri e un distacco di 4.4 secondi dal vertice. In Lotus, Charles Pic chiude la mattinata con 42 giri.

    Al pomeriggio dovrebbe tornare in azione Verstappen, dopo la rottura della sospensione stamane.

    10:00 – In Ferrari si condurrà con un programma di sviluppo e sperimentazione in ottica 2015; verranno effettuate comparazioni con i dati raccolti durante lo scorso week end di gara, da analizzare in fabbrica e relativi ai vari componenti.

    9:55 - Non aspettiamoci molti giri oggi da parte della McLaren. Boullier ha commentato: «Quando si affrontano i primi controlli su un nuovo motore, vi assicuro che è un lavoro molto noioso e non sappiamo quanti giri faremo. Ci aspettiamo il più possibile, ma non sono certo ne faremo tanti».

    Il tempo al momento migliore è di Bottas, ed è stato ottenuto con gomme supersoft

    9:50 – Ad Abu Dhabi si avvicina la pausa pranzo, fissata alle 13:00. Ricordiamo che tra l’Italia e l’Emirato arabo ci sono 3 ore di fuso orario.

    9:47 - L’incidente occorso a Verstappen nelle primissime fasi dei test è stato causato dalla rottura della sospensione. Problemi anche per la Force India di Palmer.

    9:45 – In queste ultime due giornate di test, i team saggeranno le mescole sperimentali Pirelli per il 2015. Tra le possibilità riconosciute alle squadra, quella di sostituire 10 set del monte complessivo di 135 treni assegnati per i test, con quelli in specifica 2015.

    9:20 - Amici appassionati di Formula 1, benvenuti. Eccoci nuovamente in diretta per raccontare l’evolversi dei test ad Abu Dhabi.

    Stamane il primo tempo cronometrato è stato ottenuto dal campione di GP2 Palmer, con 1.48.3; tra le notizie da segnalare, la lunga attesa per la McLaren Honda, ferma ai box dopo 90 minuti dall’apertura delle prove, sulla quale girerà Vandoorne. Oltre a Palmer, anche Stevens su Caterham e Rosberg, hanno ottenuto dei tempi cronometrati, tutti per nulla significativi, com’era ovvio che fosse. In Mercedes il tedesco è uscito con una rastrelliera di rilevamento dei flussi ai lati delle pance.

    Prima presa di contatto, invece, per Ericsson sulla Sauber; in Red Bull c’è Sainz Jr, con Verstappen in Toro Rosso. Ed è proprio l’olandese ad aver causato la prima bandiera rossa di giornata, dopo 19 minuti di prove, andando fuori alla curva 19 e rovinando l’anteriore della monoposto.