Test Barcellona F1 2012: simulazione di gara per la Ferrari

Formula 1, test 2012: miglior tempo per la Lotus anche nella sesta giornata di prove a Barcellona

da , il

    fernando alonso ferrari test barcellona f1 2012

    Si è chiusa nel segno di Romain Grosjean e della Lotus la sesta giornata di test invernali della stagione 2012 di Formula 1 sul circuito di Barcellona. Il francese ha scalzato negli ultimi minuti dalla vetta il connazionale Jean Eric Vergne della Toro Rosso. La Ferrari con Fernando Alonso ha chiuso al quarto posto dietro alla Red Bull di Sebastian Vettel. Il tempo dello spagnolo è arrivato al mattino. Nel pomeriggio, invece, la scuderia italiana ha completato con successo una simulazioni di gara caratterizzata da un rapido degrado dei tempi con gomme a mescola morbida ed una bella costanza nel finale con la mescola media. Sempre difficile, però, avere un quadro chiaro. Più interessante notare che tutti gli esperimenti fatti dalla Ferrari hanno portato ad una soluzione che pare definitiva degli scarichi i quali sono, ormai da più sessioni, dello stesso tipo di quelli Red Bull, vale a dire puntati direttamente verso il profilo inferiore dell’alettone posteriore.

    Lotus ancora protagonista

    Romain Grosjean e la Lotus si confermano i più veloci anche nella seconda giornata dell’ultima settimana di test del 2012. Le cose sono due: o la E20 ha veramente un gran potenziale. Oppure quelli di Enstone hanno deciso in modo sistematico di prendersi dei titoloni adesso, buoni per acciuffare qualche nuovo sponsor, ben consapevoli che tra due settimane arriveranno tempi duri. Fossimo all’opzione due non mi stupirei. C’era un team che aveva il vizietto di fare lo stesso. Era la Honda. Prima, ovviamente, che diventasse vincente sotto il nome Brawn GP.

    Test F1 a Barcellona del 2 marzo 2012

    Scorrendo la classifica dei tempi di oggi troviamo Vergne al secondo posto. Per la Toro Rosso solo 31 giri a causa di non ancora chiariti problemi tecnici. Vettel è terzo davanti ad Alonso. In casa Red Bull, Chris Horner anticipa un asso nella manica:“Abbiamo qualche novità dell’ultimo minuto…“. La Ferrari segna il miglior tempo al mattino con gomme dure per poi dedicarsi nel pomeriggio ad una bella simulazione di gara con gomme morbide e medie. Va detto che il decadimento dei tempi registrato con le soft è stato netto mentre con le medie, soprattutto nell’ultimo stint, Fernando Alonso ha potuto spingere su tempi interessanti fino alla virtuale bandiera a scacchi. Sul conto della Ferrari regnano molti punti interrogativi, la maggior parte dei quali alimentati da giornalisti ed addetti ai lavori. In Inghilterra qualcuno già la dà per spacciata facendo notare che ci devono essere necessariamente seri problemi se dopo due settimane di test si continuano ad utilizzare le vernici verdi sul telaio che servono ad verificare le direzioni dei flussi d’aria. Tornando ai tempi della giornata odierna, dietro allo spagnolo troviamo nell’ordine: Heikki Kovalainen a sorpresa con la Caterham, Kobayashi con la Sauber, Schumacher con la Mercedes vittima di un problema tecnico al mattino, Hamilton con una McLaren che ha girato poco e lentamente ma facendo un lavoro mirato e i due piloti Williams Senna e Maldonado che si sono alternati al volante.

    Test F1 a Barcellona del 2 marzo 2012: classifica dei tempi

    1. Grosjean Lotus Renault 1m22.614s 123

    2. Vergne Toro Rosso Ferrari 1m23.126s +0.512 31

    3. Vettel Red Bull Renault 1m23.361s +0.747 85

    4. Alonso Ferrari 1m23.447s +0.833 124

    5. Kovalainen Caterham Renault 1m23.828s +1.214 104

    6. Kobayashi Sauber Ferrari 1m23.836s +1.222 77

    7. Hulkenberg Force India Mercedes 1m23.893s +1.279 33

    8. Schumacher AMG Mercedes 1m23.978s +1.364 79

    9. Hamilton McLaren Mercedes 1m24.111s +1.497 65

    10. Senna Williams Renault 1m24.925s +2.311 48

    11. Maldonado Williams Renault 1m25.801s +3.187 20