Test Barcellona F1 2013, classifica tempi combinata: McLaren e Ferrari inarrivabili

da , il

    Test F1 2013, classifica combinata 2a settimana: McLaren e Ferrari inarrivabili

    C’è un dato interessante che salta all’occhio guardando la classifica combinata dei migliori tempi sul giro fatti segnare dai piloti impegnati nella seconda settimana di test invernali della stagione 2013, la prima sul circuito di Barcellona. Ci sono solo due macchina capaci di scendere sotto al muro del minuto e 22 secondi. Trattasi della McLaren con Sergio Perez e della Ferrari con Fernando Alonso. I due sono separati da 27 millesimi. Il terzo tempo è di Nico Hulkenberg con la Sauber che paga 3 decimi seguito da Romain Grosjean con la Lotus e Sebastian Vettel con la Red Bull. Questi piloti, è importante ricordarlo, hanno ottenuto il miglior crono girando con gomme soft.

    Test F1 2013, classifica tempi combinata 2a settimana

    1. Sergio Pérez / McLaren / 1:21.848 / 174 laps / Soft

    2. Fernando Alonso / Ferrari /1:21.875 / 283 laps / Soft

    3. Nico Hülkenberg / Sauber / 1:22.160 / 179 laps / Soft

    4. Romain Grosjean / Lotus / 1:22.188 / 160 laps / Soft

    5. Sebastian Vettel / Red Bull / 1:22.197 / 150 laps / Soft

    6. Nico Rosberg / Mercedes / 1:22.611 / 162 laps / Medium

    7. Kimi Räikkönen / Lotus / 1:22.623 / 87 laps / Medium

    8. Pastor Maldonado / Williams / 1:22.675 / 178 laps / Soft

    9. Lewis Hamilton / Mercedes / 1:22.726 / 173 laps / Hard

    10. Valtteri Bottas / Williams / 1:22.826 / 189 laps / Soft

    11. Jenson Button / McLaren / 1:22.840 / 141 laps / Hard

    12. Adrian Sutil / Force India / 1:22.877 / 78 laps / Soft

    13. Mark Webber / Red Bull / 1:23.024 / 172 laps / Medium

    14. Jean-Éric Vergne / Toro Rosso / 1:23.366 / 186 laps / Medium

    15. Daniel Ricciardo / Toro Rosso / 1:23.718 / 143 laps / Medium

    16. Paul di Resta / Force India / 1:23.971 / 144 laps / Medium

    17. Max Chilton / Marussia / 1:25.115 / 241 laps / Soft

    18. Esteban Gutiérrez / Sauber / 1:25.124 / 129 laps / Hard

    19. Jules Bianchi / Force India / 1:25.732 / 96 laps / Medium

    20. Giedo van der Garde / Caterham / 1:26.177 / 133 laps / Soft

    21. Charles Pic / Caterham / 1:26.243 / 151 laps / Medium

    22. Felipe Massa / Ferrari / 1:27.553 / 80 laps / Medium

    Oltre ai riferimenti che arrivano dalle prime posizioni, ce ne sono altri che meritano attenzione. La McLaren con Jenson Button non bissa l’exploit di Perez solo in apparenza. Va detto, infatti, che l’inglese non ha mai spinto con pneumatici a mescola soft. Il distacco preso dal messicano, 1 secondo pieno, sta tutto lì. Più o meno dello stesso genere è il divario tra Vettel e Webber con la Red Bull e Grosjean e Raikkonen con la Lotus. L’australiano e il finlandese, a differenza dei rispettivi compagni, hanno usato gomme medie. Impossibile, vista la presenza dell’acqua nell’ultima giornata di prove, invece, fare un paragone tra Massa e Alonso.

    PROVE BARCELLONA GIORNO 3

    Ferrari: F138 promossa… per ora!

    Dopo otto giorni di test i capi della scuderia Ferrari si sono riuniti a Maranello per fare il punto della situazione. La F138 ha superato l’esame del debutto ma ha fatto capire che molto lavoro deve ancora essere fatto per tirarne fuori il 100% del potenziale e capirne a fondo il comportamento. In totale, Felipe Massa e Fernando Alonso hanno accumulato quasi 3000 chilometri. L’obiettivo è quello di superare alla grande quota 4000 entro l’ultima settimana di test prevista sempre a Barcellona. Nonostante Alonso sia messo bene nella classifica sopra riportata, dal quartier generale del Cavallino Rampante minimizzano ricordando quanto sia difficile – in condizioni di carichi di lavoro diversi – prevedere i valori in campo. 10 chili di benzina in più rallentano di 3 decimi al giro. Per farsi qualche idea più precisa, quindi, i tecnici del team italiano chiedono di attendere i prossimi quattro giorni di prove. Quelli nei quali tutti saranno impegnati nelle simulazioni di gara e si potranno valutare con maggiore precisione i comportamenti delle nuove mescole di pneumatici portate dalla Pirelli.

    TEST BARCELLONA GIORNO 4