Test Barcellona F1, day 2: Michael Schumacher si supera. Massa è dietro di mezzo secondo!

Test Barcellona F1, day 2: Michael Schumacher si supera

da , il

    1.  M.Schumacher   Ferrari              (B)   1.21.486   90

    Diventa difficile fare considerazioni serene dopo la seconda giornata di test sul circuito di Barcellona. Michael Schumacher pensionato da un anno, infatti, stacca un tempo incredibile con la sua Ferrar e rifila un distacco imabrazzante soprattutto a Felipe Massa.

    Dicevo, diventa difficile fare considerazioni perché non è dato sapere che differenze ci fossero tra le due vetture. Così come non chiaro se la Ferrari abbia voluto privilegiare i tempi del tedesco per dargli l’ennesima coperrtina e metterlo di nuovo sul tetto del mondo oppure se il sette volte campione del mondo abbia fatto quei tempi nonostante a Maranello sperassero che Felipe Massa andasse più forte di lui.

    Per azzerare il dispiacere dei tifosi Ferrari nel non vederlo più in pista, infatti, sarebbe stato altamente preferibile che ieri almeno Felipe Massa avesse rifilato quel mezzo secondo abbondante a Michael Schumacher. Invece, no!

    Il Kaiser è andato come un fulmine, meglio della prima giornata. Nonostante ciò, al termine della sua esperienza (oggi sarà sostituito da Luca Badoer) fa il modesto e dichiara:“All’inizio ero molto nervoso, lo ammetto, avevo il dubbio che non sarei riuscito a ritrovare il mio solito feeling con la vettura ma devo dire che sono bastati pochi giri per avere le mie solite sensazioni. Voglio però minimizzare i miei tempi visto che sono stati fatti con temperature più fredde rispetto a quando si è corso il Gran Premio e poi nel frattempo le vetture si sono evolute. È comunque positivo sapere che sono ancora bravo in quello che sto facendo”. Gli andrebbe fatto notare, però, che il problema non è il suo tempo a livello assoluto quanto il distacco che ha rifilato agli altri suoi colleghi.

    Entrando più nel tecnico, Schumi ha spiegato:“Trovo che la vettura sia più difficile da guidare rispetto a quella del 2000, cioè l’ultima monoposto che ho guidato senza TC. Rispetto ad allora sono cambiati i propulsori. Prima si poteva giocare col cambio, adesso è impossiobile e diventa difficile affrontare soprattutto le curve lente”.

    Dietro di lui con 4 decmi di ritardo troviamo De La Rosa e Kovalainen con una Renault che sembra già fare progressi. Solo quarto Felipe Massa, staccato di oltre mezzo secondo dalla miglior prestazione del compagno di squadra. Il quinto tempo è andato alla seconda McLaren di Gary Paffett seguito da Rosberg, Coulthard, Heidfeld, Nakajima e Vettel per quanto riguarda la top ten di giornata.

    Da segnalare, infine, il debutto non del tutto positivo di Liuzzi con la Force India (ultimo tempo per lui) mentre di tutt’altro tenore è stato l’esordio assoluto per Luca Filippi il quale ha portato la sua Honda a soli 2 decimi da Button. Che dire: sbalorditivo.

    Test Barcellona F1 del 14/11/07. Classifica tempi. Risultati

    1. M.Schumacher Ferrari (B) 1.21.486 90

    2. de la Rosa McLaren-Mercedes (B) 1:21.857 60

    3. Kovalainen Renault (B) 1:21.894 65

    4. Massa Ferrari (B) 1:22.044 56

    5. Paffett McLaren-Mercedes (B) 1:22.293 57

    6. Rosberg Williams-Toyota (B) 1:22.333 64

    7. Coulthard Red Bull-Renault (B) 1:22.555 74

    8. Heidfeld BMW-Sauber (B) 1:22.946 102

    9. Nakajima Williams-Toyota (B) 1:23.031 77

    10. Vettel Toro Rosso-Ferrari (B) 1:23.187 74

    11. Chandhok Red Bull-Renault (B) 1:23.255 57

    12. Button Honda (B) 1:23.358 79

    13. Trulli Toyota (B) 1:23.465 54

    14. Kubica BMW-Sauber (B) 1:23.488 37

    15. Davidson Super Aguri-Honda (B) 1:23.547 80

    16. Filippi Honda (B) 1:23.596 74

    17. Bourdais Toro Rosso-Ferrari (B) 1:23.753 72

    18. Montagny Toyota (B) 1:23.977 45

    19. Klien Force India-Ferrari (B) 1:24.446 56

    20. Sutil Force India-Ferrari (B) 1:24.537 105

    21. Liuzzi Force India-Ferrari (B) 1:24.555 55