Test CRT Valencia 2012, Aprilia ART in pista con De Puniet ed Espargaró

da , il

    Test Aprila Valencia 2012 Aleix Espargaro

    Mentre a Sepang sono inziati i primi test ufficiali della MotoGp 2012 a Valencia il team Aspar è sceso in pista con le ART Aprilia quasi in versione definitiva. I piloti del team Randy De Puniet ed Aleix Espargarò hanno girato in pista dalle dieci del mattino alle cinque del pomeriggio senza interruzione per iniziare a testare le moto su cui scenderanno in pista l’8 aprile nel Gp del Qatar, gara di inizio del mondiale. Assieme ai due piloti Aprilia c’era anche Mattia Pasini, da poco pilota del team Speed Master MotoGP, che però è uscito di pista senza alcuna conseguenza alla curva 4 con una moto in configurazione non ancora aggiornata.

    Il primo ad iniziare i test è stato Aleix Espargaró in sella alla Aprilia CRT numero 41 che ha testato soprattutto l’elettronica della moto girando in 1’36″70. Randy De Puniet ha girato in pista per circa 4 ore staccando un tempo di 1’35″30 che è ancora lontano dal 1’31″861 ottenuto da Stoner in prova ma è comunque un tempo confortante in quanto vicino al miglior tempo sul giro ottenuto in gara da Dovizioso a novembre 2011. Sulle Aprila CRT c’è sicuramente molto da lavorare ed i miglioramenti possono arrivare poichè le potenzialità delle CRT sono indiscutibili ed anche dalle dichiarazioni dei due piloti si evince molto ottismismo. Aleix Espargaró alla fine dei test di ieri ha dichiarato ‘Sono molto contento perché ho sfruttato moltissimo la mia prima esperienza su una CRT, mi aspettavo una bella potenza ed è esattamente quello che ho trovato. Al contrario, non mi aspettavo un telaio tanto flessibile e maneggevole, che mi ha sorpreso positivamente. Devo riconoscere che la prima impressione con questa moto nuova è stata favolosa – mi avevano parlato di problemi con le nuove gomme, ma personalmente ho trovato una moto incollata a terra. Abbiamo lavorato principalmente sull’elettronica, migliorando molto nel corso della giornata. Domani lavoreremo sulla ciclistica‘.

    Queste invece sono le impressioni che ha avuto Randy De Puniet sulle nuova Aprilia ‘La tenuta della moto è migliorata molto rispetto a quella provata a fine anno scorso, è l’aspetto sotto cui ho visto i progressi più significativi. Torniamo in sella dopo diversi mesi e sono molto contento, vedo che quest’inverno i tecnici hanno lavorato molto per far evolvere la moto. Questa prima presa di contatto è stata molto positiva, credo che domani miglioreremo ancora, e che ci sia molto margine. Oggi abbiamo lavorato molto sul controllo di trazione, e cercando di avanzare il punto di frenata. Domani ci concentreremo di più sulla ciclistica. La moto ha un potenziale enorme, e ci offre diverse possibilità di evoluzione. Sono molto motivato per questa nuova avventura, credo che ci aspetti molto lavoro ma mi sento pronto: il mio obiettivo è quello di essere il migliore dei piloti CRT, e stare il più vicino possibile alle moto ufficiali‘.

    Staremo a vedere col tempo se il team Aspar potyrà ambire a posizioni di rilievo nel campionato MotoGp di quest’anno. Voi che ne pensate?