Test F1 2012: Mercedes assente al debutto

Formula 1: la Mercedes annuncia che non prenderà parte ai primi test invernali della stagione 2012

da , il

    test invernali - mercedes

    Sebbene la Mercedes GP nutra grosse aspettative nella stagione 2012 di Formula 1 ed abbia iniziato con grande anticipo a lavorare sulla nuova monoposto, non scenderà in pista nella prima sessione di test invernali prevista ad inizio febbraio sul circuito spagnolo di Jerez de la Frontera. La macchina non sarà ancora pronta. L’annuncio stride con quello dei diretti rivali di Ferrari, Red Bull e McLaren che, invece, presenteranno le loro vetture con largo anticipo. Nico Rosberg commenta con serenità l’accaduto, sostenendo che questo ritardo non rappresenterà un grosso problema. Anzi, pone la questione quasi come una scelta strategica.

    TEST INVERNALI F1 2012 - MERCEDES GP. I vertici della casa tedesca non tollereranno una terza stagione senza vittorie e senza una macchina competitiva. In quello che potrebbe essere l’ultimo anno di Schumacher, c’è una gran voglia di dargli finalmente un mezzo in grado quantomeno di salire sul podio. Nonostante le grandi aspettative e la partenza anticipata con l’abbandono del progetto 2011 in estate, il team di Brackley non si presenterà ai primi test stagionali con la nuova vettura. La notizia è alquanto preoccupante per un osservatore esterno. Lo è soprattutto se si pensa a quanto avanti siano i rivali di Ferrari, Red Bull e McLaren. Non fa drammi, però, Nico Rosberg. Secondo il pilota tedesco, l’assenza della Mercedes ai test di Jerez che si svolgeranno dal 7 al 10 febbraio, non pregiudicherà la crescita della nuova W03. “Sono d’accordo con questa scelta del team - ha dichiarato il figlio di Keke – è un compromesso tra testare sufficientemente la macchina in pista ed avere tempo per lo sviluppo in fabbrica. Nel trovare una via di mezzo, questa ci sembra la miglior soluzione”. Secondo Rosberg, qualcosa è cambiato. In meglio:“La fabbrica è ben organizzata. Sono fiducioso sulla monoposto. Mancano solo pochi pezzi da completare. Il team è cresciuto molto”.