Test F1 2013, Ferrari F138 a Barcellona: inedito foro sotto al muso è solo primo passo

da , il

    turning vanes ferrari barcellona

    Eccola ancora lì la fessura più discussa della settimana! La Ferrari F138 di Fernando Alonso ha ripreso la pista così come l’aveva lasciata a Jerez con De La Rosa. Sotto al muso compare quel foro dall’aria sinistra (per gli avversari) che qualcuno ha ribattezzato “bocca di squalo”. Il segnale che arriva da Maranello è chiaro: stavolta chi prova a giocare d’anticipo sui rivali veste di Rosso! Si moltiplicano le indiscrezioni su quale sia la reale funzione di quell’elemento. Due sono le certezze al momento. Primo: non è un banale sistema di raffreddamento dell’abitacolo. Secondo: si tratta di un qualcosa ancora in fase embrionale. Stando a qualche parola captata nel paddock, Stefano Domenicali ha rassicurato sul fatto che la Ferrari svelerà le proprie carte solo in occasione della prima gara dell’anno prevista in Australia a metà marzo.

    Buco sotto al muso della F138: si accettano scommesse

    Indovinate a cosa serve! Potremmo usare questo slogan come antipasto per la nuova stagione di Fanta F1. In attesa che qualche tecnico del Cavallino Rampante si lasci scappare una parola di troppo o che un addetto ai lavori tiri fuori l’intuizione giusta, siamo ancora nel campo delle supposizioni. Quella che più ci convince al momento esclude una mera funzione di raffreddamento e si muove in una direzione aerodinamica. Ma di che tipo? Non ci sbilanciamo senza avere dati certi ma riteniamo plausibile si tratti di un sistema che punti a mandare in stallo l’ala posteriore in rettilineo in maniera passiva e quindi perfettamente conforme al regolamento.

    F138: scarichi roventi… ma non troppo

    Ne girano tante di voci attorno alla Ferrari. Neanche fosse la monoposto campione del mondo in carica… Secondo i tedeschi di Auto Bild, non ci sono solo innovazioni tecniche da tenere in seria considerazione come quella sopra esposta. Ci sarebbero anche dei problemi. Il principale riguarda un surriscaldamento eccessivo degli scarichi. Sul tema, però, è intervenuto niente meno che il direttore tecnico Pat Fry per smentire seccamente:“Dai dati rilevati durante i test abbiamo avuto un responso in linea con le aspettative. A Jerez abbiamo lavorato per capire la vettura. A Barcellona cercheremo di farci un’idea sulle nostre performance”. A proposito delle già citate novità tecniche, il britannico ha aggiunto:“Introdurremo un importante aggiornamento nell’ultima settimana di prove”. Il primo. Non l’ultimo. Come detto, gli assi nella manica – non solo da parte della Ferrari - saranno svelati solo in Australia.

    Ferrari con UPS: c’è un nuovo adesivo sulla F138

    LaPresse

    Sì, non vi sbagliate. Quello non c’era. L’adesivo della UPS è apparso per la prima volta oggi in occasione della prima giornata di test invernali del 2013 sul circuito di Barcellona. Da Maranello fanno sapere che l’accordo con UPS per la logistica avrà una durata pluriennale ed interesserà anche alle attività sportive di Corse Clienti, fra cui la partecipazione al FIA World Endurance Championship e l’organizzazione della serie europea del campionato Ferrari Challenge Trofeo Pirelli. “Eccellenza, innovazione e precisione sono fondamentali nel nostro lavoro e sono certo che lavorare con un’organizzazione come UPS ci consentirà di sperimentare nuovi modi di operare ed aumentare l’efficienza a tutti i livelli della squadra”, ha dichiarato il team principal Stefano Domenicali.