Test F1 2015 Barcellona, Ferrari: c’è anche Marchionne “qui fino a quando servirà”

Formula 1 2015: ai test di Barcellona fa il suo arrivo anche il presidente della Ferrari Sergio Marchionne che si definisce "ferrarista sfegatato" e vuole dare il suo supporto al team

da , il

    E’ arrivato pure Sergio Marchionne a seguire i lavori della Scuderia Ferrari di Formula 1 durante i test invernali di Barcellona. La stagione 2015 è la prima dopo 23 anni con un nuovo presidente. A chi lo accusa di essere più manager che tifoso, l’amministratore delegato di FCA risponde così:“Sarò presente in pista fino a quando servirà anche perché sono un ferrarista sfegatato che cerca di esserci ogni volta che può. I ragazzi devono capire che hanno supporto incondizionato – si legge su motorionline.com – Sono qui per fare il tifo per loro anche se non sono certo capace di cambiare la vettura ma è importante che sentano di avere tutta la Ferrari dietro di loro. E questo vale anche per i tifosi che devono tornare ad avere fiducia in quello che facciamo”.

    Marchionne: “Ora c’è pianificazione chiara per tornare in vetta”

    “Era fondamentale ritrovare il giusto equilibrio nello sviluppo della vettura - ha dichiarato Sergio Marchionne - adesso c’è una pianificazione chiara con obiettivi e mezzi altrettanto precisi. Così la Ferrari tornerà al vertice. Ma ci vuole tempo. Non si capirà alla prima gara di quest’anno il nostro reale potenziale. Forse dal GP di Spagna si capirà qualcosa di più”. Il presidente della Ferrari ha chiuso il proprio intervento parlando di Kimi Raikkonen:“Vederlo con il sorriso è già un segnale positivo. Abbiamo fatto un passo avanti enorme. Nella squadra vedo la giusta tranquillità nell’affrontare il futuro ma anche la rabbia di chi vuole tornare a vincere”.

    Vettel:”Ho fatto un errore stupido”

    Marchionne parla di Raikkonen il quale è uno dei pochi testimoni del caos che ha regnato nel 2014. Nessuna citazione merita, invece, Sebastian Vettel. Non pensiamo che la ragione stia nell’aver iniziato la sua prima giornata di test con un’ingenua (e innocua) uscita di pista a ruote fredde. “Questa mattina ho un po’ dormito, uscendo dai box con le gomme fredde e mi sono girato. Il minimo che potessi fare era aiutare il team a ripulire la macchina dalla ghiaia!”, ha scherzato il pilota tedesco su ferrari.com. “Bello vedere il nostro Presidente ai box, mi fa piacere che porti il suo sostegno – ha aggiunto Vettel - Abbiamo lavorato soprattutto sull’affidabilità, coprendo un buon numero di giri. Riusciamo a girare senza troppi problemi ma è veramente difficile dire dove stiamo rispetto agli altri, bisogna lavorare giorno per giorno cercando di capire la monoposto. In generale sia io che Kimi siamo soddisfatti di come si comporta, ma c’è ancora tanto da fare”.