Test F1 2016, Ferrari-Raikkonen: “Possiamo essere più veloci”

Test F1 2016, Ferrari-Raikkonen: “Possiamo essere più veloci”
da in Ferrari F1, Formula 1 2017, Kimi Raikkonen, News F1, Test F1 Barcellona
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04/03/2016 10:39

    Test F1 Barcellona: la Ferrari inaugura "Halo", gabbia protettiva per la testa del pilota

    Kimi Raikkonen ha concluso con una bella simulazione di gara la sua avventura nei test invernali in vista della stagione 2016 di Formula 1. Non solo, sulla Ferrari SF16-H ha debuttato il sistema di protezione per la testa dei piloti denominato Halo (aureola) e composto da una struttura tubolare in carbonio. Nel corso della giornata, inoltre, il campione del mondo 2007 ha effettuato prove di pneumatici andando a comparare il comportamento delle tre mescole più morbide tra quelle fornite dalla Pirelli: ha iniziato con le Soft per poi passare alle Supersoft e chiudere con le Ultrasoft. Con le ultime ha fatto segnare il suo miglior tempo in 1.22.765. CLICCA QUI per seguire la quarta giornata del live di test in diretta da Barcellona!

    Nel pomeriggio della penultima giornata di test F1 sul circuito di Barcellona, Kimi Raikkonen ha completato una simulazione di gara senza accusare problemi di sorta e mostrando una Ferrari SF16-H decisamente a suo agio nell’esigente tracciato del Montmelò. In tutta la giornata ha completato 136 giri. La prossima volta che il biondo di ghiaccio entrerà in un abitacolo di Formula 1, sarà per l’avvio della stagione 2016 in quel di Melbourne, Australia.

    “È stata una delle giornate di test migliori. Non ci siamo fermati mai, se non una volta a causa della bandiera rossa. Avremmo potuto essere più veloci in alcuni giri, ma comunque è andata bene e siamo abbastanza soddisfatti del nostro lavoro - ha dichiarato Kimi Raikkonen su ferrari.com – Si può sempre migliorare e c’è sempre del lavoro da fare”, ha aggiunto. Il pilota della Ferrari evita come se fossero detriti sull’asfalto le domande dei giornalisti che vorrebbero da lui una previsione sui valori in campo:“Come detto più volte, non mi piace tirare a indovinare, non ha senso ipotizzare e immaginare dove potremo arrivare durante il GP di Melbourne. Faremo del nostro meglio come al solito”.

    L’ultimo commento prima di lasciare il circuito di Barcellona è stato per il sistema di protezione della testa battezzato Halo:“Questa mattina ho provato la struttura di protezione “Halo” e mi ha sorpreso quanto poco fosse diverso dalla guida normale. La visibilità è appena limitata verso l’avanti ma non credo che questa sia la versione finale, quindi si può ulteriormente migliorare”, ha spiegato. Un commento positivo sulla soluzione peraltro proposta proprio dalla Mercedes, arriva anche da Nico Rosberg:“Ho condiviso subito una foto per capire le reazioni della gente e penso che sia un grande passa avanti se penso ai colleghi morti negli ultimi anni. Con l’Halo si sarebbero salvati. Non mi sembra che crei problemi di visibilità e penso che lavorandoci ancora sopra si possa arrivare a qualcosa di veramente buono. Si devono fare progressi sul fronte della sicurezza. Forse su questo tema non c’è ancora abbastanza attenzione”.

    671

    PIÙ POPOLARI