Test F1 2016, Red Bull: Newey stupito dal motore Renault

Formula 1 test 2016: la Red Bull e Adrian Newey ritrovano un po' di ottimismo scoprendo una power unit Renault migliore delle aspettative e analizzando i programmi di investimento dei francesi.

da , il

    I primi giorni di test invernali della stagione 2016 di Formula 1 stanno facendo nascere una specie di sorriso sulla faccia degli uomini Red Bull. Non più tardi di qualche settimana fa, Adrian Newey era stato categorico nel descrivere la stagione 2016 come la più difficile dell’intera storia della scuderia austriaca. Il “genio” temeva ancora di soffrire l’inferiorità della propria power unit rispetto a quelle dei rivali. Dalle prime indicazioni arrivate da Barcellona, però, sembra che la Renault abbia fatto un buon lavoro. O, perlomeno, migliore del previsto. “Anche se resta un importante gap da colmare, è stato un buon inverno per il nostro fornitore - ha ammesso Newey a Speed Week – hanno cambiato molti uomini ed hanno messo sul piatto un budget più elevato per cui ci sono i presupposti per riuscire a recuperare il divario.”

    CLICCA QUI per il live della terza giornata di test da Barcellona per la F1 2016

    F1 2016, Newey:”Regole troppo restrittive”

    Come ogni intervista che si rispetti, inoltre, Adrian Newey non perde occasione per criticare gli attuali regolamenti:“E’ il terzo anno che ci sono queste regole troppo restrittive per cui non mi aspetto che si riesca a fare grandi passi in avanti. Abbiamo comunque imparato qualcosa dai nostri errori e pensiamo di aver sviluppato bene la macchina”, ha aggiunto il direttore tecnico di Milton Keynes.

    Test F1 2016, Red Bull: RIcciardo vede positivo

    “Basandomi su quello che ho visto in questi primi giorni di test invernali sono fiducioso - ha ammesso Daniel Ricciardo a motorsport.com commentando positivamente l’affidabilità mostrata dalla nuova Red Bull RB12 – ho avuto anche buone sensazioni al volante. Il telaio si comporta bene e la macchina è ben equilibrata”. L’australiano fatica a darsi un obiettivo a breve termine:“Penso che dovremmo essere in grado di lottare per il podio con continuità da metà stagione in poi”.

    Renault: qualche rottura ma nessun allarme

    Anche il team Renault ufficiale sta lavorando a testa bassa per arrivare preparato all’inizio della stagione 2016 di Formula 1. Nella prima giornata di test sono arrivati dei problemi di software a rallentare il lavoro del debuttante Jolyon Palmer mentre nella seconda gioranta è stata la power unit ad alzare bandiera bianca. “Abbiamo comunque portato a termine quasi tutto il programma e la RS16 mi ha dato delle buone sensazioni. Penso che ci sia una solida base da cui partire”, ha dichiarato Palmer prima di lasciare il testimone a Magnussen.