Test F1 in Bahrain: Ferrari chiude in vetta

Test F1 in Bahrain

da , il

    Test F1 in Bahrain del 19 febbraio 2009. La Ferrari chiude al comando le due intense settimane di prove sul circuito di Sakhir. La F60 guidata da Felipe Massa, però, accusa ancora problemi di affidabilità.

    FERRARI F60. La macchina c’è. La F60 va veloce e risponde bene alle regolazioni. Peccato che la catena di problemi tecnici, anziché interrompersi, sembra crescere senza soluzione di continuità. Anche nell’ultimo giorno di test che ha chiuso le due settimane di prove in Bahrain, Felipe Massa è rimasto fermo in pista. Stavolta a causa di un cablaggio difettoso, prontamente sistemato. Il tutto, senza considerare altri piccoli intoppi dalle conseguenze meno evidenti ma che lanciano segnali preoccupanti in ottica campionato, soprattutto alla luce di come gli uomini di Maranello siano riusciti a perdere il mondiale 2008. A fine giornata, Massa ha dichiarato:“E’ stata una buona giornata, a parte dei piccoli problemi che ci hanno un po’ rallentato e sui quali dovremo lavorare con attenzione. Credo che stiamo andando nella giusta direzione”

    BMW SAUBER. Con il secondo tempo, a meno di un decimo dalla Ferrari, si è piazzato Nick Heidfeld. Il tedesco ha lavorato su sospensioni e aerodinamica, chiudendo la giornata con alcuni long run. “Oggi le condizioni della pista erano le migliori della settimana – ha raccontato il pilota BMW - Abbiamo potuto provare vari miglioramenti e la macchina ha reagito come pianificato pertanto sono molto ottimista”.

    TOYOTA. Ultimo di giornata è Timo Glock. La verà notizia, però, è che anche la sua Toyota ha registrato un problema di affidabilità. Per colpa di un guasto al sistema idraulico, infatti, il pilota tedesco non è andato oltre i 65 giri. “E’ stato un peccato quello che è successo in quest’ultimo giorno ma, in generale, questi test sono stati un vero successo per noi - ha dichiarato Glock – Oggi abbiamo perso tempo per un problema idraulico ed è stato un peccato perché era la nostra ultima occasione qui. Ad ogni modo i meccanici hanno fatto un ottimo lavoto e mi hanno consentito di tornare in pista per raccogliere altri dati preziosi. La macchina - ha concluso il pilota Toyota - ha fatto buoni progressi e credo che possa continuare in questa direzione”.

    Il prossimo appuntamento per Toyota, Ferrari e BMW è fissato in Marzo a Jerez.

    Test F1 in Bahrain del 19 febbraio 2009: risultati e classifica dei tempi

    1. Massa Ferrari (B) 1:32.162 113

    2. Heidfeld BMW-Sauber (B) 1:32.225 122

    3. Glock Toyota (B) 1:32.445 65