Test F1 Jerez: non esce il sole ma Barichello

Scende la pioggia e spunta Barichello

da , il

    Chi non muore si rivede diceva qualcuno…ecco che nella seconda giornata di test, in programma sul circuito di Jerez de la Frontera, spunta la Williams di Rubens Barrichello e si aggiudica il primo posto in classifica. Sul tracciato perseguitato ormai dalle nuvole tipo Fantozzi, il pilota brasiliano ha fatto registrare il miglior tempo intorno all’ora di pranzo, momento in cui la pioggia ha dichiarato tregua prima di riprendere a cadere un attimo dopo. Il secondo giorno della terza sessione di prove ufficiali, in programma in vista del Mondiale 2010 di F1, è iniziato con il tracciato ancora umido.

    TEST F1. Nonostante non siano mancati dei momenti senza pioggia, nel corso della giornata l’asfalto non è mai stato completamente asciutto, rendendo così ancora una volta difficile per tutti i team proseguire al meglio nella loro preparazione. A sfruttare la “pausa pranzo” e approfittare delle condizioni meteo più favorevoli c’ha pensato però anche il pilota esordiente della Renault, il russo Vitaly Petrov, che ha fermato il cronometro sull’1:27.828, andando così ad occupare la seconda posizione in classifica. Dietro di lui Sebastain Vettel su Red Bull, che aveva chiuso la prima giornata di test leader in classifica. La Mercedes GP, passata nelle mani di Rosberg dopo il sesto posto di un soddisfatto Michael Schumacher il giorno prima, si è aggiudicata il quarto posto davanti a Massa e alla Ferrari, che dopo l’exploit di Valencia sembra ora andare a rilento. Migliore rispetto a quella del primo giorno invece la prestazione di Timo Glock, al volante della VR-01 del team Virgin Racing. Nonostante abbia causato l’intervento della bandiera rossa per ben 2 volte, il pilota tedesco ha chiuso in ottava posizione, portando a termine 72 giri.

    LOTUS F1 RACING. Un passo indietro invece per il team esordiente in questa stagione: dopo un inizio promettente con il terzo pilota Fairuz Fauzy alla guida della nuova T127, nella seconda giornata di test è stata la volta del driver ufficiale Heikki Kovalainen, meno fortunato e ultimo in classifica. Il finlandese ha perso il controllo della sua vettura andando a sbattere contro le barriere di protezione e danneggiando la parte frontale della monoposto. Il team anglo-malesiano non disponendo di pezzi di ricambio in pista, ha dovuto così abbandonare la sessione dopo appena 30 giri, con Kovalainen che mestamente ammetteva il proprio errore.

    BMW SAUBER. Stessa sorte per Pedro de la Rosa e la sua Sauber, che hanno portato a termine solamente 8 giri nel corso della mattinata, dopodichè il team ha ritenuto non valesse la pena tornare in pista. Il pilota spagnolo ha dichiarato che “viste le condizioni meteo ancora avverse, non aveva senso continuare a girare. La macchina è a posto, ora guardiamo avanti ai test di Barcellona, nella speranza di avere un tracciato asciutto.”

    Test F1 a Jerez del 18-02-2010: classifica dei tempi e giri percorsi.

    1. Rubens Barrichello, Williams 1:27.145, 70 Laps

    2. Vitaly Petrov, Renault 1:27.828, 57 Laps

    3. Sebastian Vettel, Red Bull, 1:28.162, 92 Laps

    4. Nico Rosberg, Mercedes GP, 1:28.515, 57 Laps

    5. Felipe Massa, Ferrari, 1:28.879, 8 Laps

    6. Pedro de la Rosa, BMW Sauber, 1:29.691, 33 Laps

    7. Paul di Resta, Force India, 1:30.344, 56 Laps

    8. Timo Glock, Virgin, 1:30.476, 98 Laps

    9. Vitantonio Liuzzi, Force India, 1:30.666, 71 Laps

    10. Lewis Hamilton, McLaren, 1:31.633, 72 Laps

    11. Sebastian Buemi, Toro Rosso, 1:32.678, 24 Laps

    12. Heikki Kovalainen, Lotus, 1:33.554, 30 Laps