Test Mugello F1 2012: Ferrari prima con Alonso

Formula 1: racconto della prima giornata di test per la F1 2012 sul circuito del Mugello

da , il

    test f1 mugello ferrari alonso

    E’ Fernando Alonso il più veloce nella prima giornata di test di Formula 1 sul circuito del Mugello. Il pilota Ferrari è tra i più assidui in pista e ferma i cronometri sull’1’22”444 rifilando oltre un secondo a Mark Webber con la Red Bull. La classifica dei tempi risente molto delle condizioni meteo. Al mattino il tracciato si è presentato con asfalto umido ed ha faticato ad asciugarsi. Nel pomeriggio la pioggia è tornata protagonista impedendo miglioramenti. Il primato della F2012 rinnovata, quindi, non deve entusiasmare troppo i tifosi italiani. Ci vorranno i prossimi due giorni per saperne qualcosa in più. Sia domani che dopodomani, infatti, le previsioni meteo scongiurano altre precipitazioni.

    Test Mugello F1 2012, giorno 1: Ferrari prima

    Miglior tempo per Fernando Alonso nella prima giornata di test del Mugello. Lo spagnolo precede Webber con la Red Bull, Vergne con la Toro Rosso, D’Ambrosio con la Lotus, Rosberg con la Mercedes, Kobayashi con la Sauber, Turvey con la McLaren, Bianchi con la Force India, Gonzalez con la Caterham, Pic con la Marussia e Bottas con la Williams. Tutti i migliori tempi sono stati siglati nella tarda mattinata, nell’unico momento in cui la pista toscana ha consentito di montare gomme slick. Durante la paura pranzo è arrivata copiosa la pioggia ed i piloti che dovevano girare nel pomeriggio, Paffett con la McLaren e Schumacher con la Mercedes, si sono limitati a prove di partenza. Nessun giro cronometrato per il tedesco. Stessa sorte per gli altri con Alonso ancora tra i più attivi.

    Test Mugello F1 2012, giorno 1: classifica dei tempi

    1. Fernando Alonso Ferrari 1m22.444s

    2. Mark Webber Red Bull-Renault 1m23.648s + 1.204s

    3. Jean-Eric Vergne Toro Rosso-Ferrari 1m23.891s + 1.447s

    4. Jerome d’Ambrosio Lotus-Renault 1m24.048s + 1.604s

    5. Nico Rosberg Mercedes 1m24.100s + 1.656s

    6. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m24.736s + 2.292s

    7. Oliver Turvey McLaren-Mercedes 1m25.303s + 2.859s

    8. Jules Bianchi Force India-Mercedes 1m25.475s + 3.031s

    9. Rodolfo Gonzalez Caterham-Renault 1m27.197s + 4.753s

    10. Charles Pic Marussia-Cosworth 1m27.359s + 4.915s

    11. Valtteri Bottas Williams-Renault 1m29.179s + 6.735s

    12. Gary Paffett McLaren-Mercedes 1m50.898s + 28.454s

    Ferrari: occhi puntati sugli scarichi

    C’era molta attesa per la Ferrari F2102. I test del Mugello significano il punto di svolta del 2012. O arriverà un salto di qualità concreto oppure la stagione del riscatto diventerà definitivamente l’ennesima annata deludente. Un’eventualità da evitare in tutti i modi. L’elemento che più ha fatto parlare di sé è la nuova configurazione degli scarichi. Non più quella tradizionale vista nei primi 4 GP dell’anno, né quella più estrema portata al debutto nello scorso inverno. Stavolta i gas sono sparati non verso l’esterno ma verso l’interno e verso il basso. A causa di questo nuovo disegno che ha surriscaldato il fondo della vettura, Fernando Alonso è stato vittima di uno stop in pista. Nulla di grave. Gli esperimenti fervono anche negli altri box: la Red Bull ha spinto molto sull’aerodinamica del retrotreno mettendo molti sensori sulla macchina. La Mercedes, secondo alcune indiscrezioni, ha provato un nuovo cambio.

    Alonso: “Programma non completato”

    “Peccato per la pioggia: ha complicato questo primo giorno di prove ed ha impedito al pubblico di avere uno spettacolo migliore – ha dichiarato Fernando Alonso accolto dal grande affetto dei tifosi della Ferrari – Avevamo un programma di lavoro abbastanza nutrito, ma ne abbiamo potuto completare solamente una parte. E’ impossibile dare una valutazione seria anche perché sull’asciutto abbiamo girato poco”.