Test Mugello F1 2012: McLaren frena Hamilton, niente prove

da , il

    Lewis Hamilton

    Aveva fame e voglia di tornare in macchina subito, Lewis Hamilton. I test del Mugello sarebbero stati utili per capire perché non hanno funzionato le gomme Pirelli in Bahrain. L’inglese ha voglia di tornare a lottare per il titolo e non vuole tralasciare nessun dettaglio. «Ho bisogno di tornare in macchina, dobbiamo capire perché le gomme si degradano in questo modo. Se ci saranno altri componenti da provare o cose da capire sarò quello che lo farà in prima persona, non lascerò ad altri questo compito».

    Niente da fare, però. La McLaren proprio oggi ha confermato il programma di test con i due piloti di riserva Turvey e Paffet. E se Hamilton scalpitava per girare al Mugello (dal 1 al 3 maggio), Button non si è dimostrato altrettanto impaziente. «Il motivo per il quale noi titolari non saremo lì è perché non abbiamo mai girato al Mugello prima d’ora», ha dichiarato Jenson al Daily Mail. «Non credo realmente ci saranno dei benefici, perché non ci sono grandi aggiornamenti da provare. I test drivers macineranno chilometri e proveranno alcuni componenti».

    Nonostante il “niet” della McLaren, va comunque accolta positivamente la predisposizione di questo nuovo Hamilton, consapevole che ogni opportunità va colta, specialmente in un mondiale così combattuto, incerto e dalle prestazioni ravvicinate. «Abbiamo tanto lavoro da fare, non c’è una soluzione rapida. Dobbiamo apportare grandi miglioramenti alla macchina perché la prestazione in qualifica c’è, ma il ritmo gara, almeno domenica in Bahrain, è distante chilometri», aveva dichiarato dopo l’ultima gara in Bahrain.