Test SBK Australia 2014: Laverty e Sofuoglu davanti a tutti nella prima giornata [FOTO]

La Superbike debutta in pista con i primi test in Australia a Phillip Island in configurazione 2014

da , il

    Mancano esattamente 5 giorni alle prime prove libere da Phillip Island che daranno il via alla stagione 2014 del Mondiale Superbike ma le squadre sono già in Australia per l’ultima sessione di test in vista appunto delle prove libere in programma venerdì 21 febbraio.

    Nel turno di test appena concluso è la Suzuki di Eugene Laverty, desideroso di vendetta verso l’Aprilia che lo ha scaricato senza tanti complimenti a fine mondiale 2013, a prendersi la testa della classifica davanti a un sorprendente Davide Giugliano con la Ducati Panigale. La Ducati balbettante del 2013 ha lasciato il posto ad una moto decisamente competitiva e che può ambire a traguardi importanti grazie alla rinnovata coppia di piloti. A seguire il duo di testa le Kawasaki di Sykes e Baz, ormai una bella realtà e che quest’anno sarà un osso duro per tutti, Sykes compreso. Un po’ più in difficoltà Melandri e le Honda di Haslam e Rea mentre Canepa è il primo della categoria EVO.

    Questi i tempi finali:

    WSBK Monday – Tempi combinati: 1. Laverty (Suzuki) 1’30.513 media 176.912 kmh; 2. Giugliano (Ducati) 1’30.718; 3. Sykes (Kawasaki) 1’30.737; 4. Baz (Kawasaki) 1’30.757; 5. Lowes (Suzuki) 1’31.000; 6. Melandri (Aprilia) 1’31.146; 7. Haslam (Honda) 1’31.172; 8. Guintoli (Aprilia) 1’31.321; 9. Rea (Honda) 1’31.404; 10. Davies (Ducati) 1’31.419; 11. Canepa (Ducati) 1’31.897; 12. Elias (Aprilia) 1’32.301; 13. Salom (Kawasaki) 1’32.636; 14. Corti (MV Agusta) 1’32.858; 15. Barrier (BMW) 1’32.997; 16. Guarnoni (Kawasaki) 1’33.509; 17. Foret (Kawasaki) 1’33.676; 18. Morais (Kawasaki) 1’33.954; 19. Scassa (Kawasaki) 1’33.960; 20. Andreozzi (Kawasaki) 1’34.140; 21. Fabrizio (Kawasaki) 1’34.314; 22. Toth (BMW) 1’36.258; NC. May (EBR) 1’38.152; NC. Yates (EBR) 1’39.656; NC. Sebestyen (BMW) 1’42.242.

    Categoria Supersport

    Insieme alla Superbike hanno girato anche le Supersport e a fine turno in testa c’è lo specialista del campionato, il vicecampione 2013 Kenan Sofuoglu con la sua Kawasaki davanti alla Honda di Van Der Mark e alla sorprendente MV Agusta del team Yakhnich Motorsport guidata da Leonov. Riccardo Russo è il primo degli italiani (6°) mentre Lorenzo Zanetti è soltanto nono. Il terzo classificato della Stock 600 Christian Gamarino è 17°, un inizio non facile per un debuttante tra i mostri del Mondiale Supersport. I tempi della Supersport

    WSS Monday – Tempi combinati: 1. Sofuoglu (Kawasaki) 1’33.521 media 171.221 kmh; 2. Vd Mark (Honda) 1’33.918; 3. Leonov (MV Agusta) 1’34.360; 4. Kennedy (Honda) 1’34.393; 5. Menghi (Yamaha) 1’34.402; 6. Russo (Honda) 1’34.550; 7. Coghlan (Yamaha) 1’34.619; 8. Jacobsen (Kawasaki) 1’34.723; 9. Zanetti (Honda) 1’34.860; 10. Marino (Kawasaki) 1’34.944; 11. Wilairot (Honda) 1’35.102; 12. De Rosa (Honda) 1’35.114; 13. Tamburini (Kawasaki) 1’35.137; 14. Calero (Honda) 1’35.370; 15. Cluzel (MV Agusta) 1’35.544; 16. Staring (Honda) 1’35.651; 17. Gamarino (Kawasaki) 1’35.750; 18. Wahr (Yamaha) 1’35.900; 19. McConnell (Triumph) 1’35.917; 20. Bussolotti (Honda) 1’36.084; 21. Coveña (Kawasaki) 1’36.896; 22. Taylor (Yamaha) 1’37.358; 23. Gowland (Triumph) 1’37.366; 24. Rolfo (Kawasaki) 1’37.870; 25. Ivanov (Yamaha) 1’38.232; 26. Rogers (Honda) 1’39.020

    Un buon inizio per Laverty e Sofuoglu per buttarsi il 2013 alle spalle e cominciare il 2014 più agguerriti che mai