Test SBK Phillip Island 2009 – Caduta di Max Biaggi

Max Biaggi cade, ma le due Aprilia RSV4 SBK volano sul tracciato di Phillip Island durante la seconda giornata di test SBK 2009

da , il

    La seconda giornata di test sul circuito australiano si apre con una caduta per Max Biaggi al tornantino Honda mentre stava cercando di cesellare il suo tempo di 1’33″7. Nulla di grave, nonostante qualche acciaccatura per il pilota italiano. Bene, invece, per l’ Aprilia, oggi al primo posto grazie al manico di Nakano.

    La seconda giornata di lavoro per gli ultimi test della SBK 2009 prima della luce verde del Campionato si conclude con un successo della casa di Noale che, insieme al suo pilota Shinya Nakano, riesce ad agguantare il primo tempo davanti alla Ducati di Laconi.

    Oggi è la giornata di Aprilia. I due piloti della casa italiana conquistano il primo e il terzo piazzamento, a significare che l’ Aprilia c’è, che ha pianificato perfettamente il suo ritorno alle competizioni e che ci sono anche due piloti con un manico decisamente importante.

    Unica nota stonata per i test Aprilia di oggi è stata la scivolata di Max Biaggi che, caduto a circa 80 km/h a causa dopo aver perso aderenza con l’ avantreno, ha comunque riportato a casa la pelle sano e salvo, con qualche piccola ammaccatura.

    Non ancora a posto al 100%, invece, le Kawasaki, prima tra tutte quella di Makoto Tamada.

    Risultati Test SBK Phillip Island 2009

    1. Nakano (Gia-Aprilia) 1’33″1 (77 giri);

    2. Laconi (Fra-Ducati) 1’33″1 (40);

    3. Biaggi (Ita-Aprilia) 1’33″7 (57);

    4. Rolfo (Ita-Honda) 1’34″0 (25);

    5. Haslam (GB-Honda) 1’34″1 (40);

    6. Tamada (Gia-Kawasaki) 1’34″9 (55);

    7. Parkes (Aus-Kawasaki) 1’35″5 (69).