Test Sepang MotoGP 2015, Valentino Rossi: “scelte fatte per lo sviluppo” [FOTO]

Test Sepang MotoGP 2015 Day-3: le interviste ai protagonisti della terza giornata di Test disputati a Sepang in Malesia. Ecco le parole dei piloti.

da , il

    Quest’oggi si è conclusa la terza ed ultima giornata di Test a Sepang. Sul circuito malesiano i piloti hanno provato in queste tre lunghe giornate le nuove moto che scenderanno in pista nella stagione 2015. Dopo queste primissime giornate è ancora prematuro dare dei giudizi definitivi ma qualcosa è comunque emerso. La Honda Repsol sarà il team da battere anche nel nuovo campionato. Marc Marquez ha fatto un grande lavoro e trovato anche il giro record nella giornata odierna. Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, del team Yamaha Movistar, hanno avuto dei riscontri positivi e sono pronti a recitare un ruolo da protagonista. Buone sensazioni anche per la Ducati che attende con ansia i prossimi test per far scendere in pista la nuova GP15. La Suzuki ha lavorato sodo e osservando i tempi sul giro dei piloti potrebbe avere tra le mani una buona base di partenza. Lavori in corso in casa Aprilia con Melandri più veloce di ieri ma sempre ultimo. Alvaro Bautista sembra invece aver trovato maggiore feeling con la moto. Nei team clienti buon lavoro svolto dalla Yamaha Tech3 e dalla LCR Honda. Il Team Estrella è leggermente attardato rispetto alla concorrenza. Sfogliate le pagine per leggere le interviste ai protagonisti dei Test di Sepang 2015.

    Valentino Rossi: “Miglioramenti costanti”

    Valentino Rossi ha chiuso la terza giornata di test col quarto tempo finale. Per il pilota di Tavullia queste giornate sono state utili per scoprire la nuova M1: “Le prime impressioni sono buone. Oggi la pista era molto gommata ed erano condizioni perfette ma andare circa tre decimi più forti della passata stagione è molto positivo. Non siamo ancora al 100% sopratutto per quanto riguarda l’assetto da gara però la base di partenza c’è. L’unica nota negativa di queste giornate sono i nostri rivali della Honda Repsol. Marquez e Pedrosa, in particolare oggi, hanno avuto ritmo migliore del nostro sia sul giro secco con gomma nuova che in termini di passo. Se vogliamo vincere il titolo dobbiamo lavorare ancora di più per ridurre il gap tecnico da loro.”

    L’intervista a Marquez a Pagina 3

    Marquez: “Nuova moto al livello della 2014″

    Marc Marquez sarà ancora il pilota da battere nel 2015. Siamo soltanto al primo Test del pre-campionato ma i valori mostrati dal campione del mondo sono stati impressionanti. Due giorni su tre davanti a tutti, una quantità importante di giri e chilometri percorsi ed il record della pista frantumato. Basterebbe dire questo per spaventare fin da subito tutti i rivali al titolo ma c’è di più. “La nuova moto è già al livello di quella del 2014 ed è migliorabile in diversi punti- sono state le prime parole di Marc Marquez- mi sono sorpreso di aver fatto il record della pista ed essere sceso sotto al muro del 1’59 non ci credevo neanche io all’inizio. Bisogna ammettere che le condizioni erano perfette e quasi tutti i piloti hanno livellato i tempi durante questa giornata ma il giro è stato veramente super.”

    Il campione del mondo è quindi convinto di poter migliorare ulteriormente la sua nuova Honda e se cosi fosse sarebbero grossi guai per tutti i pretendenti al titolo: “Nel pomeriggio ho fatto una simulazione di gara provando diverse mappature testando soluzioni differenti. Questi dati saranno importanti per il lavoro che verrà fatto in fabbrica nei prossimi giorni”.

    Intervista a Jorge Lorenzo a pag. 4

    Lorenzo: “Sono ottimista”

    Jorge Lorenzo, dopo aver concluso la giornata di ieri in vetta, si è accontentato del quinto tempo finale. Per lo spagnolo è stata comunque una giornata positiva: “Stamattina ho provato a fare un buon tempo ma non ero ‘esplosivo’ come volevo perchè la moto non frenava troppo bene. Con dei setup nuovi è migliorata parecchio la situazione ma non avevo altre gomme nuove per scalare la classifica. Penso che difficilmente avrei battuto 1’58” di Marquez ma un 1’59” basso era sicuramente alla nostra portata.”

    Nel pomeriggio il numero 99 della Yamaha si è dedicato ad una simulazione di gara: “è stata molto interessante. Le temperature erano molto alte ma ho tenuto un ritmo costante e questo è positivo. Credo che se ci fosse una gara domani noi saremmo li a lottare per la vittoria.”

    Intervista a Luigi Dall’Igna a pag.5

    Dall’Igna: “puntiamo a vincere un GP”

    Chi ha recitato un ruolo importante durante questi test è stata la Ducati. Secondo posto Giovedi con Dovizioso e Terzo oggi con Iannone. In attesa della nuova moto che verrà proposta dai prossimi test, la GP14.3 ha dato risposte molto importanti in pista. Luigi Dall’Igna ha analizzato la tre-giorni della Rossa: “Stiamo crescendo secondo i programmi. Nel 2014 avevo detto che l’obiettivo era ridurre il gap in gara dai primi a 10 secondi. Nella nuova stagione sarà quello di vincere almeno una gara e lottare costantemente per il podio. Affrontiamo i due colossi giapponesi e i quattro piloti più forti in circolazione ma è una bella sfida. Abbiamo sensazioni positive. La GP15? l’ho vista ed è una moto un po’ più piccola di quella che mi aspettavo. Credo fosse diversa. Partiremo dalle nostre convizioni e lavoreremo per migliorarci passo dopo passo. Siamo fiduciosi che si possa fare un ottimo campionato.”