Test Sepang. Pedrosa parla a ruota libera…semel in anno!

Test Sepang

da , il

    daniel pedrosa hrc

    Non siamo abituati a veder Pedrosa parlare liberamente delle sue emozioni e sensazioni sulle gare, sulla stagione, sul suo futuro.

    In Italia, almeno, Dani viene spesso dipinto come freddo manichino in mano a Puig e alla Honda , due protagonisti imprescindibili della carriera del giovane spagnolo.

    Se, da un lato, è vero che il piccolo centauro di Sabadell sia cresciuto a pane e moto e tutor dal nome altisonante, è anche vero, però, che rmane pur sempre un ragazzino alla guida di una moto più grande di lui.

    A MotoGP 2007 finita, stagione in cui Pedrosa ha brillato all’inizio e all’ultimissima fine, Dani si sbottona un pò per raccontarci come sia andata veramente e osa lui si aspetti nel suo futuro prossimo.

    Vincere a Valencia è stato bello, soprattutto per il calore del pubblico” – ha dichiarato Daniel con sincerità – “Con i miei tifosi e con l’appassionato pubblico spagnolo ho sempre avuto un rapporto speciale: loro mi hanno sempre sostenuto, anche quando ricevevo critiche immotivate dalla stampa. Mi è piaciuto molto vincere a Valencia e poter sentire in prima persona tutto il loro affetto. La posizione finale di campionato può essere positiva, ma non possiamo esser soddisfatti dell’andamento della stagione. Abbiamo avuto troppi problemi, questo è servito di lezione a tutta la squadra. Il momento più difficile? Sicuramente a metà stagione, quando le gomme non andavano al meglio e questo condizionava il lavoro della squadra”. Il pilota spagnolo, a questo punto conclude gettando un occhio sul passato, ma soprattutto sul futuro: “Sono felice di poter continuare a correre con la medesima squadra e lo stesso pacchetto tecnico. Sono fiducioso per il 2008, nel finale di stagione siamo cresciuti e questo mi fa ben sperare. La Michelin ha fatto grandi progressi, ha portato delle novità che mi hanno soddisfatto. Sarà un gran 2008 per noi“.