Test Silverstone F1 2014, Bianchi sostituirà Raikkonen

Jules Bianchi sostituirà Kimi Raikkonen nei test di Silverstone

da , il

    F1, GP d'Inghilterra 2014: la Gara

    E’ un po’ il “premio” per la bella stagione che sta portando avanti in Marussia Jules Bianchi. Per il pilota francese arriva un’opportunità interessante, quella di partecipare ai test di Silverstone in programma martedì e mercoledì, in sostituzione di Raikkonen.

    Non guiderà in entrambe le giornate, ma unicamente al mercoledì, lasciando che sia Pedro de la Rosa a salire sulla F14 T domani, quando la Ferrari proverà novità di gomme, una diversa costruzione della Pirelli. Bianchi è reduce da un gran premio di Gran Bretagna che l’ha visto brillare in qualifica, molto meno in gara, dove ha chiuso comunque in 14ma posizione e doppiato di 1 giro. Per seguire il LIVE dei test di Silverstone, BASTA CLICCARE QUI!

    Ha sfruttato al meglio le condizioni imprevedibili, portando la Marussia a ridosso della top ten. Il lavoro in Ferrari vedrà impegnato anche Alonso, che in fabbrica girerà al simulatore per incrociare i dati ottenuti dall’attività in pista. Riposo per Kimi Raikkonen, fortunato a uscire illeso dal brutto incidente al primo giro, impatto nel quale ha subìto una decelerazione di 47G: abrasioni al ginocchio e sull’anca per il finlandese, ma niente di rotto per fortuna. Tornerà in azione a Hockenheim tra due settimane.

    Anteprima gomme da 18 pollici

    I test collettivi di Silverstone saranno l’occasione per testare anche le originali ruote da 18 pollici, per la prima volta proposte dalla Pirelli in via assolutamente promozionale (oggi sono impiegati cerchi da 13″ e le gomme sono in tutto e per tutto parte del comparto sospensivo). Serviranno per farsi una prima idea sulle differenze e il comportamento della monoposto. Il partito dei favorevoli è folto, ma se a cambiare notevolmente sarà l’estetica – sempre per quel malsano concetto di spettacolo che si vuole portare in Formula 1 – altrettanto rivoluzionate ne verrebbero fuori le sospensioni. Insomma, dopo l’epocale svolta sui motori potrebbe iniziare una nuova e ben più affilata lotta su un altro elemento che in passato ha deciso i mondiali, con buona pace del risparmio e contenimento dei costi.

    Sicuri di volere il cerchio da 18?

    Fabiano Polimeni