Test Valencia MotoGP 2018: calendario, piloti e line up

Martedì 14 Novembre, subito dopo l’ultimo GP di Valencia inizieranno i test della MotoGP 2018 con molte novità, a partire delle varie evoluzioni delle moto e i nuovi piloti partecipanti. I test si svilupperanno nelle giornate di Martedì 14 e Mercoledì 15.

da , il

    Vediamo ora le marche e i piloti, che dovrebbero essere ovviamente i piloti 2018, più i collaudatori, che parteciperanno ai test della MotoGP 2018 a Valencia. Domani martedi 14 novembre comincerà già la nuova stagione della MotoGP. Neanche il tempo per festeggiare per Marc Marquez che il 2018 già incombe. Saranno due date, martedi e mercoledi, di prove per le nuove moto per il prossimo anno, utilissime per testare i nuovi bolidi. Due giorni collettivi, prima del “rompete le righe” e l’arrivederci al prossimo anno.

    Honda

    La Honda proverà varie evoluzioni di elettronica, di motore e di telaio, non è dato sapere quale moto si nasconderà dietro le carenature. Probabilmente non la moto completa del 2018 ma in ogni caso le novità saranno molte.

    HRC: Marc Marquez – Dani Pedrosa

    LCR: Cal Crutchlow – Takaaki Nakagami

    VDS: Franco Morbidelli – Thomas Luthi? (ancora infortunato)

    YAMAHA

    La Yamaha si presenterà a Valencia con le moto 2017 più un propulsore 2018. I piloti dovranno lavorare molto per risolvere i numerosi problemi avuti durante questa stagione, problemi di elettronica e di telaio in special modo. Girano voci che ci sarà anche una moto 2017 per Zarco, che avrebbe buone probabilità di avere nel 2018 una Yamaha ufficiale come quella di Valentino e di Vinales.

    MOVISTAR: Valentino Rossi – Maverick Vinales

    TECH3 : Johan Zarco – Michael van Der Mark

    DUCATI

    Anche per la Ducati vale il discorso della Honda. Sicuramente un prototipo 2018 sarà presente, ma di solito nei test di Valencia non ci sono mai le moto definitive della stagione successiva, ma in ogni caso i test qui sono della massima importanza perché appunto possono rappresentare una fase di sviluppo usando due pietre di paragone, e questo confronto con le moto 2017, al loro massimo della messa a punto, con le moto o le novità 2018 si rivela fondamentale per la progettazione finale dalla moto dell’anno successivo.

    DUCATI CORSE: Jorge Lorenzo – Andrea Dovizioso – Michele Pirro

    PRAMAC: Danilo Petrucci – Jack Miller(GP 2016)

    AVINTIA:Tito Rabat(GP 16) – Xavier Simeon (GP 15)

    ASPAR: Karel Abraham(ND) – Alvaro Bautista(ND)

    SUZUKI

    Per la Suzuki si ritornerà probabilmente un anno indietro, con i piloti che ripartiranno con la moto 2016, confrontandola con le varie evoluzioni della moto 2017 per capire bene come procedere con le scelte tecniche che porteranno alla progettazione definitiva della moto 2018. E’ previsto un nuovo motore evoluzione.

    ECSTAR: Andrea Iannone – Alex Rins

    APRILIA

    La marca italiana, insieme alla KTM è probabilmente la marca che ha portato più evoluzioni nella moto rispetto a tutti gli altri, e i risultati si sono visti in pista, con la moto che molte volte è stata vicina al podio e spesso ha ingaggiato lotte, con Espargarò, con i primi della classe. Aleix dovrebbe correre l’ultima gara, quindi ci sarà anche per i test di due giorni dopo. Previste nuove evoluzioni e un probabile prototipo 2018.

    APRILIA: Aleix Espargarò – Scott Redding

    KTM

    La cassa austriaca, che al primo anno di Moto2 ha già vinto due gare ed è stata spesso al passo dei primi, ovviamente sta faticando molto di più in MotoGP, ma in questo primo anno completo ha dimostrato una crescita esponenziale, portando, forse anche di più di Aprilia, una valanga di evoluzioni ogni gara; telai, carene, elettronica, motore, è praticamente un’altra moto, quella che correrà a Valencia l’ultima gara, rispetto a quella di Losail. E anche per gli austriaci è previsto un prototipo 2018 più le solite numerose evoluzioni della moto 2017.La fatica produttiva è enorme, lo sponsor anche, visto che si chiama Red Bull, e come Aprilia hanno intrapreso una bella sfida, vedremo chi per primo si avvicinerà alle squadre di vertice.

    KTM: Paul Espargarò – Bradley Smith – Mika Kallio?