Toro azzurro e gli altri italiani…

Noi non c’eravamo

da , il

    Trulli Fisichella e Liuzzi

    Noi non c’eravamo. Ma le cronache riportano che quelli della Toro Rosso siano scesi dall’aereo che li ha portati in Francia con un completo azzurro alla Cannavaro e una coppa del mondo (di cartone!).

    Poi si sono scusati perché non hanno avuto tempo per fare le cose ancora più in grande.

    Tonio Liuzzi si è presentato in quel modo anche nella conferenza stampa della FIA e, a chi gli ha fatto notare la cosa, ha risposto:«Questa maglia vuole celebrare la vittoria dell’Italia nel Campionato del Mondo e per prendere in giro tutti gli amici francesi! Al momento, poi, non so se potremmo fare qualche sorpresa mettendo qualcosa sulla vettura…»

    Fisichella e Trulli, invece, si sono presentati un po’ più individualmente ma altrettanto “italiani”. Per Fisico maglia d’ordinanza (trall’altro neanche l’ultima versione) sintomo che si ha a che fare con un tifoso di vecchia data…

    Per l’abruzzese, invece, t-shirt celebrativa, bandiera alla Superman e casco azzurro e tricolore. Jarno, inoltre, ha approfittato del clima goliardico del giovedì per festeggiare il compleanno e, assieme all’amico Alonso ha commentato la testata di Zidane.

    In Francia, infatti, anche dopo l’intervento televisivio di Zizou non si parla d’altro…

    Duro Alonso:«Zidane non si è comportato come un professionista. Lo critico perchè pur essendo il mio giocatore preferito non può permettersi di fare certe cose in campo». D’accordo Jarno:«Quello che ha fatto Zidane in campo è stato tutt’altro che carino. E la nostra vittoria è stato il modo migliore per rispondere a chi ha cercato in ogni modo di denigrarci».