Troy Bayliss: “Non scomparirò, promesso”

Il mondo della SBK già piange il ritiro del suo campione preferito, Troy Bayliss, ma l'australiano rassicura tutti dichiarando: "Non scomparirò"

da , il

    Ci sono quelle persone capaci di segnare un’ epoca, di scavare un solco e di lasciare strascici per molto, moltissimo tempo dal ritiro.

    Troy Bayliss è uno di questi.

    Un pilota, un uomo, un campione.

    E ancora un altro Titolo Mondiale conquistato e strameritato.

    La SBK già inizia a piangere il suo talento e il suo stile, un pò rude e molto umano, capace da solo di catalizzare l’attenzione dei riflettori più importanti del motociclismo internazionale e di portare sul podio tre moto desmodromiche diverse, ultima delle quali una entusiasmante Ducati 1098.

    Il timore di tutti è quello che Troy Bayliss scompaia dalla scena.

    E’ quello che aveva detto neanche troppo tempo fa in un’ intervista di cui vi avevamo parlato.

    Cosa avrebbe fatto dopo il ritiro dal mondo delle corse? Una spiaggia in Australia, aveva detto il campione.

    Per fortuna, sembra che adesso Troy abbia cambiato idea.

    Troy Bayliss

    In un’ intervista rilasciata a RaceGP, l’ asso australiano confida: “L?unica cosa certa in questo momento è che torneremo in Australia fra pochi mesi. Dopo dieci anni vissuti qui in Europa, a Monaco, Kim e io abbiamo deciso che è il momento giusto per portare a casa i nostri figli. Per il resto non c?è niente di sicuro per il momento. Vorrei rimanere coinvolto nel mondo Ducati, dopo una lunga carriera insieme è praticamente impossibile tagliare tutti i legami che ho con il mondo delle corse. Dunque, penso che mi vedrete a qualche evento Ducati nel futuro, vorrei rimanere in contatto con tutti i miei colleghi e amici del paddock. Non preoccupatevi, non sparirò completamente!

    Questo è l’importante…