Valentino e Casey, “Bridgestone, perchè?”

Valentino e Casey, "Bridgestone, perchè?"

da , il

    stoner rossi

    I due super Campioni della MotoGP si interrogano.

    Prima della gara effettiva, è chiaro che la Bridgestone ha problemi rispetto alla Michelin

    Una parziale speranza potrebbe essere quella, come anche lo scorso anno del resto, che la Michelin non abbia fatto un salto di qualità enorme e che non “tenga” per tutta la gara.

    Ecco cosa hanno detto i due protagonisti a proposito delle qualifiche di ieri e della gara di oggi: entrambi hanno sostenuto di “aspettarsela” una posizione non in prima fila durante le qualifiche, ma…per la gara?

    Casey Stoner

    Ad essere onesti la seconda fila era quello che mi aspettavo quindi non sono troppo deluso dal risultato. Tuttavia sono sicuro che se avessi avuto un’altra gomma da qualifica come la prima che ho usato, avrei potuto essere in prima fila. Però certe volte non puoi pianificare tutto e la cosa davvero importante è che siamo messi bene per la gara. Nel terzo turno di libere abbiamo fatto una modifica molto importante che ci ha permesso di fare un bel passo in avanti. Nella sessione di qualifica invece abbiamo provato altre cose che non hanno dato l’effetto sperato quindi adesso torneremo a ciò che sappiamo essere già competitivo. Sono in tanti ad avere un buon ritmo di gara, e tra questi soprattutto Lorenzo. Conosco bene Jorge sin dai tempi della 125cc e della 250cc quindi non sono sorpreso dalla sua prestazione mentre mi ha impressionato Toseland al quale devo fare tanto di cappello. Non so se sarà una battaglia fra di noi o anche con altri ma questo non fa nessuna differenza, tutti gli avversari sono forti e tutti vanno battuti se si vuole arrivare davanti“.

    Valentino Rossi

    Dopo il test di settimana scorsa eravamo consapevoli del fatto che non saremmo stati in piena forma per le qualifiche. Abbiamo provato ad apportare delle modifiche, ma non siamo stati in grado di risolvere del tutto il problema e così non ho potuto battermi per raggiungere le prime posizioni. A parte questo, sono soddisfatto dei passi in avanti che abbiamo fatto oggi e, infatti, il nostro passo di gara è decisamente migliorato rispetto a ieri. Ci mancano ancora alcuni decimi dalla prima fila, ma abbiamo in programma delle piccole modifiche e ritengo che siamo pronti per la gara. La terza fila non è certo il massimo, ma so che le gomme Bridgestone lavorano bene fin dai primissimi giri e, se riesco a partire bene, spero di poter competere per i primi posti. Con la moto ho un buon feeling, il grip è migliorato rispetto a ieri e sicuramente siamo in forma migliore rispetto all’anno scorso. Mi congratulo con Lorenzo perché è stato davvero impressionante stasera e questo dimostra che la nostra moto è davvero competitiva. E’ solo la prima gara e quindi sono abbastanza rilassato. Riesco a gestire la mia M1 esattamente come voglio, ho un ottimo feeling e ora non ci resta che aspettare domani“.