Valentino fa pace con il fisco italiano

Valentino fa pace con il fisco italiano

da , il

    valentino rossi

    20 is megl che 60.

    Soprattutto se si parla di soldi. L’avevamo già anticipato qualche giorno fa in questo articolo, ora è certo.

    Venti milioni di euro è la cifra che Valentino Rossi dovrà versare al Fisco italiano per l’evasione fiscale nel periodo che va dal 2000 al 2004.

    Dopo una lunga storia di battaglie legali e di immagine, con comparsate di Valentino in tv e sui giornali, il pilota italiano con residenza all’estero si è accordato con l’Agenzia delle Entrate, questo è quano rivelato dal suo legale, Avvocato Lucio Monaco.

    I tributaristi che hanno seguito la trattativa sono partiti da ciò che Valentino aveva pagato in Inghilterra, da ciò che gli sponsor e la squadra hanno trattenuto sui compensi, dalle spese di produzione del suo reddito. E soprattutto ricordando all’Agenzia delle Entrate che moltissimi contratti di pubblicità venivano firmati dalla Honda e non da Valentino, che percepiva solo la cifra pattuita“.

    Una cifra, questa di 20mila euro, che si discosta da quelle (decisamente più basse) ipotizzate in precedenza.

    Un sacrificio, quindi, secondo il professor Victor Uckmar, che ha curato la trattativa di Valentino Rossi con il Fisco.

    Un sacrificio fatto da Rossi per il bene della sua carriera. – ha detto il Professore – “.

    Per informazioni più dettagliate, aspettiamo la conferenza stampa indetta per il giorno 12 cm.