Valentino Rossi 2011: Yamaha addio

La Yamaha ha pubblicato sul suo sito istituzionale e sul magazine “Yamaha Racing Insider” l'addio di Rossi alla casa dei Tre Diapason, un intervento dal titolo “Happy Ending” che ripercorre i momenti più significativi dei 7 anni vissuti da Rossi alla casa di Iwata

da , il

    Valentino Rossi: un diario Yamaha

    Valentino Rossi dal primo gennaio 2011 è un pilota Ducati: il contratto con la Yamaha si è concluso definitivamente il 31 dicembre 2010 e già dal prossimo “Wrooom” di Madonna di Campiglio il pilota italiano potrà indossare il “rosso Ducati”.

    La Yamaha ha pubblicato sul suo sito istituzionale e sul magazine “Yamaha Racing Insider” l’addio di Rossi alla casa dei Tre Diapason, un intervento dal titolo “Happy Ending” che ripercorre i momenti più significativi dei 7 anni vissuti da Rossi alla casa di Iwata.

    VALENTINO ROSSI DIARY – “Questo è il mio ultimo diario per il sito web Yamaha e questo mi porta ad un mix di emozioni, ma ripensando a questi sette anni mi porta ad un sorriso.”

    Ha esordito così Valentino Rossi nel “post d’addio” scritto sul sito Yamaha a pochi giorni dalla presentazione ufficiale in Ducati al Wrooom 2011.

    In questo intervento ho voluto scrivere delle grandi vittorie, dei grandi successi e di alcuni ricordi che ho con la Yamaha,” ha scritto Rossi, “Questa stagione non è stata certamente facile, ma insieme abbiamo vissuto dei bellissimi momenti e chiudere questa storia con un podio a Valencia penso sia stato un lieto fine.”

    Valentino Rossi ha continuato ricordando i tre migliori momenti dei sette anni con la Yamaha: “Al terzo posto ci metterei la gara dello scorso anno a Barcellona, la grandissima lotta con Lorenzo terminata con il sorpasso all’ultima curva, davvero incredibile,” continua il nove volte campione del mondo, “Laguna Seca 2008 con la battaglia con Stoner è stato un successo simile, ma più importante per me, ed è per questo che è al secondo gradino dei podio dei miei momenti con Yamaha.

    E il momento più importante? La prima volta, naturalmente: “Il mio ricordo più bello con Yamaha resta la prima gara, e la prima vittoria, a Welkom nel 2004. E’ stato il nostro momento clou, vincere battendo Max Biaggi all’esordio era qualcosa che non potevamo immaginare!