Valentino Rossi a Sepang: “Anche oggi sono riuscito a guidare”

Valentino Rossi è risultato ancora lento nei test MotoGP di Sepang: nella seconda giornata di prove ufficiali la Ducati del nove volte campione del mondo non è riuscita ad andare oltre il tredicesimo tempo

da , il

    Valentino Rossi - Sepang 2011 day2

    Valentino Rossi è risultato ancora lento nei test MotoGP di Sepang: nella seconda giornata di prove ufficiali la Ducati del nove volte campione del mondo non è riuscita ad andare oltre il tredicesimo tempo (staccata di 1″827 da Dani Pedrosa, oggi il più veloce), seguita solo da Loris Capirossi su Ducati Pramac.

    Ma Rossi nell’intervista rilasciata al termine del test non vuole parlare di riferimenti cronometrici, poiché dice di essere interessato solo a verificare le condizioni della spalla operata e a trovare il giusto feeling con la sua Ducati Desmosedici GP11.

    TEST MOTOGP – Un miglioramento c’è stato, poiché Valentino Rossi nei test di ieri aveva girato col tempo 2’03.365, mentre oggi ha chiuso con 2’02.597, ma il Dottore vuole concentrarsi soprattutto sulla sua tenuta fisica: “Sono contento perché anche oggi sono riuscito a guidare, ho fatto altri 42 giri e questa è una cosa confortante,” spiega il centauro della Ducati, “Anche se metto sotto sforzo la spalla vedo che non peggiora e non soffro eccessivamente, tanto che questa mattina sono potuto ripartire senza aver perso qualcosa rispetto a ieri. Anzi, andando in moto la spalla addirittura migliora perché riesco a fare i movimenti che mi servono. Naturalmente poi ad un certo punto comincio a perdere forza, il dolore aumenta e sicuramente alla fine anche oggi era un handicap.”

    DUCATI MOTOGP – “Siamo riusciti a fare un buon lavoro, costante, abbiamo provato delle carene nuove, facendo diverse prove di aerodinamica,” continua Valentino Rossi, “Non siamo riusciti ad eliminare un po’ di vibrazioni sull’anteriore ma per questo abbiamo delle carte da giocare per domani. Dobbiamo anche fare un po’ di pratica per capire bene le reazioni della moto quando cambiamo gomme, dalle morbide alle dure o viceversa.”

    Rossi pensa anche di poter migliorare i suoi tempi: “Se il tempo rimarrà buono le condizioni della pista continueranno a migliorare e penso che i tempi sul giro si potranno abbassare un po’. E’ uno dei nostri obiettivi naturalmente, oltre a continuare a sentire sempre meglio la moto e riuscire a guidare con meno difficoltà. Siamo soddisfatti, stiamo andando avanti.”