Valentino Rossi: “A Sepang volevo solo la vittoria”

Valentino Rossi è soddisfatto della vittoria ottenuta a Sepang, la numero 46 con la sua adorata Yamaha, che lascerà a fine anno per andare in Ducati

da , il

    Rossi vince 46 volte con la Yamaha

    Ap/LaPresse

    Valentino Rossi ha ottenuto tra le curve di Sepang la vittoria numero 46 con la Yamaha, nel giorno in cui Jorge Lorenzo centrava il titolo iridato della classe MotoGP. Nonostante una partenza disastrosa, il pesarese ha dato vita ad una rimonta irresistibile che gli ha permesso di recuperare dall’undicesima posizione, della prima curva, alla vittoria finale condita da un bel duello contro il pilota della Honda, Andrea Dovizioso. Adesso rimane l’incognita con Yamaha, per i test con la Desmosedici.

    Valentino Rossi è soddisfatto della vittoria ottenuta nel Gran Premio della Malesia, la numero 46 con la sua adorata Yamaha M1, che lascerà a fine anno per andare alla corte della Ducati di Borgo Panigale.

    Un’affermazione ottenuta con forza e determinazione, una rimonta che si conclude con il bellissimo duello contro Andrea Dovizioso che fino alla fine ha insidiato il prossimo pilota della Ducati.

    Il campione di Tavullia sembra contento, nonostante Lorenzo gli abbia tolto il titolo iridato: “questo è un momento meraviglioso per me, sono molto felice di aver vinto in questo modo e riuscire ad ottenere la mia 46a vittoria con la Yamaha sulla mia M1. E’ stata una delle mie peggiori partenze e per un momento ero veramente preoccupato, ma entro poche curve ho capito che potevo recuperare, perché la mia moto oggi grazie ad un grande piccolo cambiamento che abbiamo fatto nel warm-up, (idea di Jeremy) ha davvero funzionato”.

    “Ho guidato molto bene ed è stata una gara fantastica, una delle migliori della mia carriera credo. Volevo questa 46° vittoria tanto perché come tutti sanno si tratta di un numero speciale per me! Grazie al mio team perché tutti hanno lavorato duramente in questo weekend e credo che questo sia una grande ricompensa per tutti. Vincere in questo modoè una grande sensazione. Infine voglio dire complimenti alla Yamaha e a Jorge; è stato veloce per tutta la stagione, in tutte le piste e in tutte le condizioni e merita di essere il Campione del Mondo. Ha concluso il centauro italiano del team Fiat.