Valentino Rossi: “A Silverstone vogliamo tenere il passo dei primi”

Le dichiarazioni di Valentino Rossi in vista del Gran Premio di Silverstone 2013

da , il

    46rossidsc_0024_original

    Valentino Rossi giunge in Inghilterra dopo la gara di Brno, abbastanza fiducioso di non ripetere la deludente prestazione messa in atto durante il Gran premio della Repubblica Ceca. Il pilota pesarese guarda con decisione e ottimismo l’evento di Silverstone, nonostante riconosca i suoi attuali limiti che lo stanno penalizzando in molti frangenti di questa stagione 2013. A Brno non si è certo potuto assistere alla migliore prestazione stagionale del 9 volte campione del mondo che, dopo un warm up decisamente buono, chiude la gara con un deludente quarto posto e con un passo gara troppo distante dai tre piloti più forti di questa stagione. Silverstone è una pista che al momento sembra risultare a favore della casa dei tre diapason, con due vittorie sulle tre finora disputate e questo potrebbe essere forse uno stimolo per trovare quel feeling a lungo cercato con la sua M1, ma poco trovato in molte occasioni di questo 2013.

    Silverstone potrebbe davvero essere l’ultima spiaggia per Valentino Rossi; su una pista che in due edizioni su tre ha visto primeggiare la casa di Iwata, il pilota italiano deve necessariamente svuotare il suo personalissimo cassetto e spargere sul pavimento ogni risorsa rimasta e farne un’attenta selezione per far si che in Inghilterra possa davvero rientrare nei suoi standard. Le ultime due gare disputate sono state decisamente strane, con buoni spunti in alcuni momenti del week-end, ma con altrettanti momenti negativi che poi verranno concretizzati sopratutto sotto la bandiera a scacchi.

    Queste sono le parole di Valentino Rossi: “La gara di Brno non è andata certo nel modo che mi sarei aspettato, ma ora arriva Silverstone e sono contento di poter riprendere subito a correre perché avrò la possibilità insieme alla mia squadra di poter valutare quanti miglioramenti ancora possiamo fare e, giudicare così, quanto è alto il nostro livello di competitività. Il nostro obiettivo è quello di riuscire almeno a tenere il passo dei primi e per farlo dobbiamo lavorare ancora molto per poter migliorare la mia M1. Non siamo troppo distanti e la pista inglese ci aiuterà a capire molte cose utili. Silverstone è una pista molto veloce e la Yamaha dovrebbe trovarsi molto bene su questo tracciato; noi siamo pronti a dare il massimo per cercare di essere veloci quanto basta perché vogliamo tornare davanti il più presto possibile.

    A cura di Alessio Mora