Valentino Rossi accellera il recupero per il Sachsenring

Alle prese con la riabilitazione dal grave infortunio a tibia e perone, Valentino Rossi vuole accellerare i tempi del suo rientro, prima anticipato a Brno e adesso addirittura al Sachsenring

da , il

    Valentino Rossi non ce la fa più a restare fuori dalle piste del Motomondiale e cerca in tutti i modi di accellerare i tempi di recupero dal grave infortunio a tibia e perone rimediato sul circuito casalingo del Mugello. Tutti credono realmente in un ritorno del Dottore al Gran Premio di Brno che andrà in scena il 15 agosto, ma secondo quanto riporta l’edizione online di “MotoWorld.es” il pesarese dovrebbe provare in settimana con una Yamaha R1 a Misano oppure a Monza per verificare le sue condizioni fisiche e tentare un ritorno al Sachsenring, il 18 luglio.

    Alle prese con la riabilitazione dal grave infortunio, subito sul circuito internazione del Mugello, a tibia e perone, Valentino Rossi vuole accellerare i tempi del suo rientro che dovrebbe avvenire al Gran Premio della Repubblica Ceca, il 15 di agosto. Ma secondo quanto scrive la testata online di MotoWorld.es, il pilota italiano della Yamaha, grazie alle cure che sta sostenendo, pensa di anticipare il suo ritorno in MotoGP, addirittura al Sachsenring per il 18 luglio.

    Il presunto rapido recupero sarebbe possibile grazie alla camera iperbarica e alle 4 ore di esercizi in piscina fatte da Rossi che con la massima volontà si è applicato per ridurre i tempi del suo rientro in pista.

    Dall’entourage del campione del mondo delle due ruote, però, non arriva nessuna conferma all’indiscrezione lanciata dal quotidiano spagnolo, anche perchè non ci sarebbe neanche l’esigenza di un ritorno in pista del campione di Tavullia, visto che il titolo 2010 è già nelle giovani mani di Jorge Lorenzo.

    Anche se il recupero della gamba infortunata procede bene, non dimentichiamoci che Rossi ha da smaltire anche il fastidio alla spalla infortunata in allenamento e sarebbe azzardato un ritorno alle corse in condizioni fisiche non perfette.