Valentino Rossi, affondo di Stoner: “A Sepang è stato il peggiore delle Ducati”

Stoner torna sui test di Sepang, a margine della presentazione della Honda a Madrid e attacca il rivale di sempre Valentino Rossi

da , il

    CASEY STONER

    Continua la sfida a distanza tra due protagonisti assoluti della MotoGP, anche fuori dalle piste del Motomondiale: stiamo parlando di Casey Stoner e Valentino Rossi. Infatti, a margine della presentazione dell squadrone della Honda al Palacio de Deportes de la Comunidad de Madrid Stoner lancia una provocazione davvero pesante nei confronti del nove volte campione del mondo della Ducati, Rossi: “Tutte le Ducati nell’ultimo test sono andate più veloci di quella di Rossi e non solo sul giro secco. E anche se fosse solo il giro secco il pilota di riferimento è Rossi e dovrebbe essere il più veloce prima di lamentarsi tanto”.

    Continua la guerra psicologica tra due dei più grandi rivali e piloti della MotoGP 2012, Rossi e Stoner e questa volta il teatro dello scontro non è il social network, come nei tempi recenti, ma la presentazione della Honda e il contorno della 9mila persone che hanno assistito all’evento in Spagna.

    Il campione del mondo in carica della Top Class, non le manda certo a dire e nel momento in cui gli chiedono di commentare la prestazione del pacchetto Valentino-Desmo, ha puntato il dito sul ritmo al giro della coppia tra le curve dei test collettivi di Sepang, che secondo l’australiano della HRC sarebbero insufficienti per combattere con i piloti migliori e lottare per le posizioni di vertice.

    La nuova stoccata di Casey, arriva a margine della festa organizzata dalla Repsol in Spagna per i suoi campioni delle due ruote, ma prima di concludere l’evento, il numero 27 del Motomondiale corregge il tiro delle sue roventi parole: “Ora alla Ducati serve di capire come mai siano andati così bene nel primo test di Sepang e così male nel secondo. Comunque spero che possano recuperare perché ne abbiamo bisogno tutti”.

    La valutazione di Stoner, però, non considera il lavoro sull’elettronica che Rossi e la Ducati hanno sviluppato durante la tre giorni di test in Malesia. Questo non cambia tuttavia, il fatto che la coppia Ducati-Rossi deve recuperare il prima possibile se non vuole vivere un altro Motomondiale come quello del 2011, trascorso senza neanche una vittoria da metttere in bacheca.