Valentino Rossi ancora per terra a Indianapolis

Valentino Rossi non riesce a riprendersi dal calo di prestazioni subito con l'infortunio del Mugello

da , il

    Il Gran Premio di Indianapolis 2010, ha riservato delle qualifiche inaspettate per il campione del mondo della MotoGP, Valentino Rossi che non è riuscito ad andare oltre la terza fila con il settimo tempo, ma soprattutto volando a terra per la seconda volta nella stessa giornata. Nonostante i problemi alla sua Yamaha siano aumentati da quando ha firmato con Ducati ufficiale, Rossi è convinto di poter disputare una bella gara domani, perchè piloti più forti come Dani Pedrosa e Casey Stoner non sono riusciti ad ottenere la prima fila e vorranno recuperare posizioni importanti.

    Il pilota della Yamaha, Valentino Rossi non riesce a riprendersi dal calo di prestazioni subito con il terribile infortunio del Mugello. Infatti, l’italiano campione del mondo e sembra il lontano parente del pilota che riusciva a lottare ad armi pari con il compagno di team alla M1, Jorge Lorenzo.

    Rossi è contento di non aver riportato nessuna conseguenza fisica e promette battaglia allo spagnolo per la gara di questa sera: “poteva andare peggio perché ho pensato che sarei finito molto più indietro del settimo tempo, codsì possiamo essere felici di come è andata. Questa pista è molto sconnessa e credo che qualcosa deve essere fatto per migliorarla. Non so quandoè stata l’ultima volta che sono caduto due volte in una giornata, ma è tato di sicuro molti anni fa, negli anni ’90 forse! Per fortuna io sono a posto, non mi sono fatto male e questa è la cosa più importante. Penso che domani sarà una giornata molto interessante, perché io, Pedrosa e Stoner siamo tutti dietro la prima fila, il che è insolito. Potrebbe essere divertente!.”